Lo Stromboli è tornato in attività vulcanica. Un sequenza esplosiva di intensità maggiore a quella ordinaria dell’area craterica centro-meridionale è stata registrata poco dopo le 10 di oggi dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (INgv), Osservatorio etneo, di Catania.

Il fenomeno ha provocato il lancio di materiale piroclastico grossolano a diverse centinaia di metri di altezza, la cui ricaduta ha interessato la terrazza craterica e la parte alta della Sciara del Fuoco. La causa un possibile moto ondoso.

A cura di Claudio Piselli – Foto ImagoEconomica 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui