Secretary-General António Guterres addresses the opening of the general debate of the General Assembly’s seventy-sixth session.

Una delle immagini più suggestive scattate la notte scorsa proviene dal North Yorkshire, sulla costa nord orientale dell’Inghilterra e mostra la luna sorgere sopra le rovine dell’abbazia di Whitby. L’autore irlandese Bram Stoker scrisse i primi appunti per ‘Dracula‘ – pubblicato poi nel 1897 – durante il suo soggiorno in questi luoghi nel 1890 e l’Abbazia viene citata nel capitolo VI del romanzo. La Luna del raccolto ha raggiunto l’apice del suo splendore alle 19:54 di ieri sera ma continuerà a dare spettacolo anche nelle prossime notti compresa quella di mercoledì 22 settembre quando inizierà l’autunno.

L’equinozio, cioè il momento dell’anno in cui, come in quello di primavera, la notte e il giorno si equivalgono, è previsto alle 21,21 ora italiana, un po’ più tardi di quanto avvenne l’anno scorso, quando il passaggio fu alle 15.31. Dal 23 settembre dunque la notte inizierà a diventare più lunga del giorno, come spiega Paolo Volpini dell’Unione Astrofili Italiani (UAI). “Soltanto in prossimità degli equinozi il Sole sorge esattamente a est e tramonta esattamente a ovest. Nel resto dell’anno è sempre un po’ spostato, verso nord l’estate, e più verso sud in autunno-inverno. Dal 23 vedremo quindi il sole tramontare sempre più verso sud-ovest, diventando più piccolo nell’arco della giornata“.

Viceversa la Luna gli ‘darà il cambio’, diventando “sempre più alta nel cielo quando sarà piena, e percorrendo un arco più ampio nel cielo”. Per chi volesse gustarsi a pieno quest’ultima notte d’estate, potrà godere della quarta Luna piena della stagione, la cosiddetta ‘Luna del raccolto’, conclude Volpini, “e poi ci sarà Venere ben luminosa e visibile più a lungo, tramontando più tardi, mentre più a sud ci saranno Giove e Saturno ancora ben visibili nelle prime ore della sera“.

La Harvest Moon deve il suo nome ai nativi americani che così la definiscono perché il lavoro di raccolta nei campi può essere prolungato anche di notte grazie alla sua luminosità.

A cura di Stefano Severini- Foto The Indipendent

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui