Monte-Bianco

Il sindaco di Chamonix ha deciso di bloccare l’accesso al ghiacciaio del Gigante dal rifugio Torino, poiché, a detta sua, si trova in territorio francese: è iniziata così la disputa sui confini nel Monte Bianco tra Italia e Francia.

Da Courmayeur sono arrivate le prime proteste: “Lassù è Italia, non hanno competenza”. Secondo i francesi il confine passa sotto il rifugio Torino (3.375 metri), per gli italiani, invece, è in mezzo al ghiacciaio, circa 300 metri più in alto.

Il sindaco di Courmayeur, Fabrizia Derriard, ha dichiarato: “Noi ci basiamo sulle cartografie della Nato che recepiscono la convenzione del 1860 e mettono il confine sullo spartiacque”.

La Guardia di Finanza ha inviato una relazione sul caso alle autorità competenti. In questi giorni sono in corso nuove rilevazioni da parte dell’Istituto geografico militare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui