Croazia, l'isola di KRK la più vicina all'Italia oltrepassando un ponte da Trieste

La più grande per estensione, ma anche la più comoda da raggiungere dall’Italia: è l’isola di Krk (Veglia) che, distando solo due ore da Trieste ed essendo collegata alla terraferma da un ponte, vanta un turismo estivo consolidato, prettamente italiano. Il suo clima mite, soprattutto al sud, dove si concentrano la maggior parte dei villaggi, ne rende i soggiorni particolarmente gradevoli.

Fiore all’occhiello dell’isola sono indubbiamente le spiagge: attrezzate o libere, cittadine o naturalistiche, comode da raggiungere ovvero raggiungibili solo in barca o percorrendo ripidi sentieri, di certo tutte soddisfano pienamente le aspettative dei bagnanti, anche i più esigenti. Molte di esse, per la qualità e la pulizia, sono state insignite col prestigioso riconoscimento della “Bandiera blu”.

La maggior parte delle spiagge sono di ghiaia e ciottoli, tuttavia, è possibile trovarne anche di sabbiose, di scogli e con piattaforme cementate: sarà sufficiente recuperare una cartina dell’isola e programmarne il tour per non perdersi nemmeno un angolo dei paradisi che offre. Per gli amanti della navigazione, è possibile partecipare a una delle numerose gite organizzate, sia in barche dal fondo di vetro che consentono di ammirare i fondali, sia a bordo di imbarcazioni dove è possibile pescare insieme ai pescatori locali e gustare deliziosi pranzi a bordo.

Non solo le meravigliose spiagge meritano l’attenzione del turista, ma anche i numerosi luoghi di cultura. La cittadina principale, ovvero il capoluogo dell’isola, è l’omonima Krk, cittadina medievale dove è possibile visitare, oltre al centro storico, un castello quattrocentesco, una cattedrale romanica, la cinta muraria, la Galeria Fortis (che espone anfore, ceramiche e utensili d’epoca romana) e la Galleria d’arte Decumanus, custode della tradizione artistica contemporanea.

Sulla parte meridionale dell’isola merita una visita la cittadina di Baska, che si sviluppa ai piedi di un alto crinale e vanta una lunga spiaggia di ciottoli. Da qui inoltre partono numerosi sentieri, con diversi livelli di difficoltà, che offrono ai turisti di perdersi in splendide escursioni nell’amorevole abbraccio della natura circostante. La terza località turistica dell’isola è Punat, famosa per il suo porto turistico, da dove è possibile prendere un taxi d’acqua e raggiungere l’isolotto di Kosliun che ospita un Monastero Francescano del XVI Secolo. Degno di una sosta è anche il villaggio di Vrbnik, borgo medievale arroccato su una scogliera di 48 metri a picco sul mare, che offre suggestivi scorci storici e panorami naturali molto rilassanti.

L’isola nel periodo estivo offre moltissime occasioni di intrattenimento culturale, con festival di musica, teatro e danza all’aperto, oltre a manifestazioni sportive e folcloristiche.

L’offerta turistica per i soggiorni nell’isola, come da tradizione croata, è maggiormente concentrata nelle abitazioni private: molti sono i portali che offrono appartamenti e stanze in affitto; tuttavia, sono presenti anche diversi hotel e villaggi.

Non rimane allora che prendersi qualche giorno di vacanza, munirsi di mappa dell’isola, connettersi a internet, e iniziare a costruire la propria vacanza nell’isola.

A cura di Sara Patron – Foto Repertorio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui