Mentre il Presidente (non il GOVERNATORE come ama definirsi) della Giunta Regionale Emilia Romagna,Matteo Bonaccini, non smette le sue contestazioni (forse dovute al fatto che è stato preferito il Generane Figliuolo quale Commissario, per l’assegnazione dei fondi per la “ricostruzione” post alluvione) contro il Governo Meloni, e la sua Vice insiste sul fatto che se non arrivano i tanto “attesi” contributi, vuole farsi sentire in Procura, sembra che la Regione non sappia come e dove spenderli.

Oggi è il 1mo ottobre, una buona parte di quanto stanziato è già stato erogato, circa 4.700.000 Euro, a favore di Comuni e Province e in Cassa della Regione ci sono circa 876.000.000, grazie all’incessante lavoro fatto dal Generale Francesco Paolo Figliuolo.

Ma quale è il motivo di tanta reticenza nel non utilizzarli tanto tempestivamente?

Onde evitare sprechi o assegnazioni clienteliste, molto classiche in un ceto tipo di gestione, il Generale ha stabilito un accordo tra la Struttura Commissariale e la Guardia di Finanza mirato a monitorare le richieste dei vari enti e le cifre confermate.

Difronte a tale realtà, alcuni Sindaci “rossi”, definiti “scrocconi” sembrano aver ridotto le loro vantate richieste relative anche ad interventi che nulla avevano a che fare con l’alluvione. Tanto per fare un esempio: il caso della sala Bingo Ippodromo di Cesena!

Per la cronaca citiamo alcune delle richieste:

La provincia di Forlì-Cesena, per dire, ha chiesto e ottenuto soltanto 1milione e 714mila euro – Il Comune di Bologna 300mila euro. – Il Comune di Cesena 1milione di euro.

A prima vista appaiono come cifre esose ma vanno rapportate al fondo totale per la ricostruzione che è stanziato: 908 milioni per il 2023, 750 milioni per il 2024. Necessita specificare che sono prevalentemente destinati all’urgenza, infatti il grosso è andato alla Protezione civile per l’emergenza. Come sappiamo il Fondo complessivo stanziato dal governo Meloni è più elevato. 

Ecco perché entra in gioco il Presidente Matteo Bonaccini che, sconfitto dalle primarie del PD, avrebbe voluto fare il Commissario straordinario (con lo scopo forse di gestire quei fondi e che forse proprio per questo aveva “largheggiato” nelle stime proposte). La cosa sorprendente è dovuta proprio all’opposizione Segretaria Elly Schlein, certificata da alcuni dirigenti dem.

Il Presidente Bonaccini nella giornata di ieri ha “elogiato” la Schlein per la superba manifestazione nazionale convocata!

 Il Generale Figliuolo, continua la sua opera in Emila Romagna e a seguito dell’incontro con la Premier Meloni a Palazzo Chigi, ha confermato la reale possibilità di mettere a disposizione in sole 24 ore le cifre per le “somme urgenze”, quelle sopra citate ma ripeto, i sindaci rossi, che tanto avevano insistito, ora rallentano le loro pressioni, incredibile la fretta non c’è più!

A cura di Pier Luigi Cignoli – Foto ImagoEconomica 

Editorialista Pier Luigi Cignoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui