Proseguono nervose ma sempre in rialzo le Borse europee. Milano in questa fase è la migliore, a +1,43%; in linea Francoforte mentre si fermano sotto il punto percentuale di guadagno Londra e Parigi. A Piazza Affari corrono in particolare i titoli bancari, guidati da Bper Banca, in rialzo di quasi il 10%; male invece gli energetici e soprattutto Saipem, titolo molto volatile in queste settimane, in calo del 5,92%.

Mentre i timori per un rallentamento della ripresa economica e produttiva continuano a frenare i prezzi delle materie prime e in particolare quelli del petrolio. Il Brent sciola appena sopra i 103 dollari e mezzo al barile, il Wti americano appena sopra 101. Si tratta comunque di livelli molto alti, superiori di oltre il 50% rispetto a un anno fa e del 35% circa rispetto a inizio anno. Restano tensioni anche sui mercati del debito sovrano, con lo spread tra Btp e bund tedesco ancora sopra i 200 punti base.

Rendimento del decennale italiano, però, in calo al 3,07%.

A cura di Renato Lolli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui