L’attaccante francese, 36 anni, svincolato dal Bayern Monaco dopo 12 anni, si è legato alla Fiorentina per due stagioni. Per il suo ingaggio si parla di 4 milioni di euro annui netti più bonus legati al rendimento personale e della squadra.
Dopo essere stato al centro sportivo ‘Davide Astori’, dove ha incontrato i dirigenti viola, il tecnico Vincenzo Montella e tutti i suoi nuovi compagni di squadra, Ribery si è recato alla clinica Fanfani per sostenere le visite mediche.

L’annuncio ufficiale – La Fiorentina ha ufficializzato l’acquisto di Franck Ribery. “Ribery è nostro”, il messaggio diffuso dal club viola attraverso i propri canali. Il campione francese, svincolato dal Bayern Monaco dopo 12 anni di successi, classe ’83, si lega alla Fiorentina per due stagioni a 4 milioni di euro annui più bonus legati al rendimento personale e della squadra.
Il neo viola si è recato al centro sportivo dove ha incontrato Joe Barone, il braccio destro del presidente Commisso, il direttore sportivo Pradè, il tecnico Montella e tutti i suoi nuovi compagni di squadra. Dopo le visite mediche in programma in giornata, Ribery dovrebbe cominciare ad allenarsi con il gruppo da domani; in programma anche la presentazione alla stampa e dalle 20, sempre di domani saranno aperti i cancelli dello stadio Franchi per il saluto dei tifosi al fuoriclasse francese.

“Oggi è davvero una bellissima giornata, siamo molto contenti per l’arrivo di Ribery, a cominciare dal presidente che lo saluterà venerdì, quando arriverà in città”. Lo ha detto Joe Barone, braccio destro del presidente della Fiorentina Rocco Commisso, in merito all’arrivo in viola di Franck Ribery. “Domani sera ci sarà la presentazione, speriamo di riempire tutto lo stadio e fare una grande festa per tutta Firenze e la Fiorentina.” “Ribery è un giocatore di altissimo livello, fa parte della nostra strategia per portare la Fiorentina allo stesso livello di Firenze, poi è il campo che parlerà. Subito in campo contro il Napoli? Quello lo decide il mister, vediamo,” ha proseguito Barone, “E’ stata una trattativa lunga però i nostri hanno lavorato bene, fra cui anche i nostri avvocati. La cosa importante è che Ribery oggi sia qui, che sia un giocatore della Fiorentina, è una giornata storica. Mi auguro che sia questa un’ottima stagione. Domani ci sarà una grandissima festa, mi auguro che la tifoseria risponderà con il cuore ma ne sono sicuro”. “Con Ribery ci siamo abbracciati, ci eravamo parlati tanto al telefono,” ha concluso Barone – Daniele Pradè ha fatto un grandissimo lavoro, cosi’ come il suo procuratore Migliaccio e Davide Lippi. Ho parlato con Commisso, è contentissimo”.

Dopo Buffon, De Rossi, Dani Alves e Ramsey, il francese Franck Ribery è l’ultimo svincolato di lusso ad aver trovato una nuova casa. A poco meno di due settimane dalla fine del mercato, sono ancora tante le opportunità che le società hanno di rinforzarsie con qualche colpo a parametro zero.

Al momento, lo svincolato più corteggiato è Fernando Llorente, l’anno scorso protagonista della cavalcata del Tottenham fino in finale di Champions League. Lo spagnolo conosce già il campionato italiano, dopo aver vestito per due anni, dal 2013 al 2015, la maglia della Juve, vincendo due scudetti, due Supercoppe e una Coppa Italia e segnando 27 gol in 92 presenze. E proprio la Fiorentina è una delle squadre sulle sue tracce.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui