È stato l’unico risultato inatteso tra quelli degli ottavi di finale, perché qualcuno ha faticato più del previsto, persino arrivato ai rigori per accedere ai quarti.

Gli spagnoli invece hanno preso l’aereo per tornare a casa e godersi un po’ di riposo in più del previsto, molto prima del previsto!
Erano partite fortissimo le Furie Rosse, destando impressione e candidandosi prepotentemente per uno dei posti che contano, alla fine.

Invece il Marocco ha giocato loro un bruttissimo tiro, resistendo per centoventi e rotti minuti, per poi mettersi letteralmente nelle “mani” del loro portiere; un palo e due paratone sono valse la qualificazione.

Enrique potrà lamentarsi di aver fatto la partita, aver avuto le occasioni migliori, di fronte ad un avversario chiuso; però i marocchini le loro occasioni le hanno avute e persino di clamorose, poi la “lotteria” dei rigori ha dato il proprio responso e per la Spagna è stata notte fonda.

Ai quarti ci sarà da divertirsi, con il “solito” Sud America, un pezzo conosciuto di vecchia Europa e …. il Marocco, che se fossimo il dirompente Portogallo visto contro la Svizzera, staremmo comunque bene attenti.
A proposito di Portogallo, con CR7 relegato in panchina sì è vista una formazione davvero compatta e forte; senza uno che pretende ma gioca allo stesso modo di come Adani commenta le partite…

Il Direttore Responsabile Maurizio Vigliani – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui