TOP Header adv (728×90)

LA ROMA DI MISURA A CAGLIARI 3-4

Il tabellino

CAGLIARI (4-3-2-1): Olsen; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Pellegrini; Ionita (66′ Gaston Pereiro), Oliva, Rog (90′ Ragatzu); Nainggolan, Joao Pedro; Paloschi (66′ Simeone). All. Maran

ROMA (4-2-3-1):
Pau Lopez; Bruno Peres (84′ Santon), Smalling, Fazio, Kolarov; Villar, Cristante; Under, Mkhitaryan, Kluivert (84′ Veretout); Kalinic. All. Fonseca

Reti: 28′, 89′ Joao Pedro (C), 29′, 41′ Kalinic (R), 64′ Kluivert (R), 75′ Gaston Pereiro (C), 81′ Mkhitaryan (R)

Ammoniti: Under (R), Joao Pedro (C), Villar (R), Simeone (C), Pau Lopez (R), Santon (R), Ragatzu (C)

Vittoria di misura della Roma fuori casa contro il Cagliari per 4 a 3 nella 26esima giornata del campionato di Serie A, in un match decisamente avvincente: dopo la doppietta di Kalinic nel primo tempo, la decidono Kluivert e Mkhitaryan nella ripresa. I rossoblu erano passati in vantaggio al 28′ con la rete del solito Joao Pedro, e avevano trovato altre due reti con Gaston Pereiro al 75′ e nuovamente con Joao Pedro all’89’. Difficile momento per la squadra di Maran, alla terza sconfitta consecutiva e ferma a 32 punti in classifica. Sorride la squadra di Fonseca, che si porta quinta solitaria a 45 punti.

Kalinic decisivo nel primo tempo
Fonseca schiera Kalinic come prima punta, mentre sulla trequarti destra torna Under dopo la panchina in Europa League. Tante novità anche nell’11 titolare di Maran. La prima è in porta, con Olsen che ritrova il posto tra i pali. Paloschi davanti al posto di Simeone. Gli ospiti partono subito forte a inizio partita.

Al 10’ Under, dopo una splendida azione sulla fascia, calcia a giro col mancino: palla che sbatte sulla traversa e finisce sui piedi di Mkhitaryan che calcia a sua volta. Olsen para, sulla ribattuta il tiro ravvicinato di Kalinic viene deviato di un soffio in angolo.

Al 28 è però il Cagliari a sbloccare il match. Joao Pedro riceve un lancio in verticale, controlla all’interno dell’area e col destro crea una parabola che scavalca Pau Lopez. È il quindicesimo gol in campionato del numero 10 rossoblu. Immediata arriva la risposta giallorossa: al 29’ cross di Kolarov dalla sinistra, Pellegrini sbaglia il rinvio di testa e Kalinic di testa, da posizione ravvicinata, non sbaglia. Al 41’ è di nuovo l’asse Mkhitaryan-Kalinic a colpire: l’armeno si inserisce in area e serve un comodo assist all’attaccante giallorosso, che deve solo calciare in rete.

Emozioni nel finale
La Roma inizia bene anche il secondo tempo: al 51’ Under trova Kluivert che calcia bene, con il pallone che però si stampa sulla traversa. Al 64’ Kluivert segna il gol del 3-1 per i giallorossi: lancio lungo di Kolarov, sponda di Kalinic con l’attaccante olandese che si infila tra i due centrali del Cagliari e calcia in rete. Al 75′ il Cagliari trova la rete del 3 a 2, con un bel tiro di Gaston Pereiro dal limite, che spiazza Pau Lopez.

All’81’ gli ospiti segnano il quarto gol con Mkhitaryan: punizione dalla destra velenosa di Kolarov e tocco del centrocampista. Al 88’ si riapre il match, con un calcio di rigore assegnato dall’arbitro Di Bello per fallo di mano di Smalling in area.

Calcia Joao Pedro, gran parata di Pau Lopez: sulla respinta però l’attaccante brasiliano trova il gol di testa, la sua sedicesima marcatura. Finale teso, con la Roma che riesce a reggere la pressione del Cagliari e a non subire altri gol.

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *