La procura di Firenze ha chiesto l’archiviazione del procedimento avviato su segnalazione della Asl di Firenze nei confronti del calciatore della Juventus, Dusan Vlahovic, in cui veniva ipotizzata la violazione, da parte dell’ex attaccante della Fiorentina, del provvedimento di isolamento durante la quarantena per Covid.

Secondo quanto ricostruito dalla procura, il calciatore, che nella notte tra il 27 e il 28 gennaio partì da Firenze alla volta di Torino per sottoporsi alle visite mediche con il club bianconero, non aveva ancora ricevuto il provvedimento di isolamento da parte della Asl dopo che era risultato positivo ai controlli previsti dal protocollo sportivo effettuati il 22 gennaio.

Il provvedimento gli venne inviato la mattina del 28, quando però, da un tampone effettuato presso la struttura sanitaria torinese, il calciatore risultava già negativo. Il pubblico ministero ha chiesto l’archiviazione perché quando la Asl recapitò sulla mail di Vlahovic il provvedimento di isolamento, l’ordine era stato superato dalla guarigione.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui