Il Cesena di Toscano, dopo l’innesto della quarta marcia, come una macchina da rally, che ritrova le gomme pettinate è riuscito ha liquidare la pratica Recanatese.

Il netto 2-0 creato nel primo tempo al 17′ per freddezza da S. Shpendi dagli undici metri e al 22′ per tocco di Udoh, conclama la seconda vittoria in campionato, ma soprattutto la prima casalinga che riavvicina la tifoseria alla squadra anche se ancora c’è tanto lavoro da svolgere, vista la ripresa della partita con il cavalluccio a corto di fiato e privo nel creare azioni pericolose, seppur capace senza svarioni di sapersi difendere.

Il Cesena recupera un punto nella sua media inglese, ma la classifica non cambia anzi in vetta si allunga con l’inserimento del Gubbio che sarà la rivelazione della stagione e il Siena che cresce giornata dopo giornata.

Il cavalluccio ha una mezza gamba dentro i play-off, ma lunedì prossimo, a distanza di otto giorni, nel posticipo serale i romagnoli sono chiamati alla durissima trasferta nella terra del Palio e della capolista. Un test per capire quanto vale questo Cesena contro chi galoppa e non fa rotture

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Luigi Rega

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui