TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

LA JUVE TRASCINATA DA CR7 A CESENA 1-4

La Juventus riscatta la sconfitta casalinga in Champions League al cospetto del Barcellona: i bianconeri (in completo arancione da trasferta) passano 4-1 in casa dello Spezia, che gioca a Cesena per l’inadeguatezza del ‘Picco’. Protagonista del successo dei campioni d’Italia, il rientrante (dalla positività al Covid) Cristiano Ronaldo, partito dalla panchina e autore di una doppietta.

Si gioca anche a Cesena senza pubblico sugli spalti. La partita decolla solo all’11’ con una grande ripartenza della Juve che porta Dybala al tiro col mancino a girare da dentro l’area di rigore, fuori di un soffio. Al 13’ arriva il vantaggio bianconero con Morata, messo davanti alla porta vuota da un tocco di McKennie (l’assistente dell’arbitro aveva sbandierato il fuorigioco, poi smentito dal Var). Al 17’ tiro di Chiesa poco a lato. Buon momento per i campioni d’Italia. Al 23’ arriva il gol di Morata annullato per fuorigioco, ormai un classico di questo avvio di stagione (è il quinto). Al 29’ nuovo tentativo di Chiesa, salva Chabot sulla linea. Dopo la mezz’ora si sveglia lo Spezia che ha un’occasione con Ricci e al 32’ pareggia con Pobega che batte Buffon con un piatto destro all’altezza del dischetto del rigore. I bianchi ci credono e Nzola calcia alto al 33’. Ancora provvidenziale Chabot, che in scivolata toglie dai piedi di McKennie un suggerimento di Morata (43’).

Lo Spezia torna dagli spogliatoi con Agudelo per Verde. Incredibile Juve. Al 56’ Pirlo inserisce Ronaldo per Dybala e il portoghese lo ricompensa subito riportando avanti la sua squadra 3’ dopo, con un dribbling che evita Provedel su assist di Morata. Al 62’ doppia sostituzione nella Juve: Rabiot per Bentancur e Ramsey per McKennie. Al 64’ Buffon salva su colpo di testa di Chabot, poi Agudelo segna ma in nettissimo fuorigioco. Ancora un subentrato premia Pirlo: Rabiot cala il tris al 67’: su lancio di Chiesa, il francese salta Chabot e fredda Provedel sul primo palo. al 71’ Bartolomei sfiora il palo di Buffon. Italiano prova a cambiare tre pedine: Gyasi per Farias, Dell’Orco per Chabot ed Estevez per Pobega (74’). Arriva poi anche il poker juventino: Bartolemei atterra Chiesa in area, CR7 trasforma il rigore con il “cucchiaio” (76’). Al 77’ Pirlo richiama Bonucci e Morata per inserire Frabotta e Kulusevki.
Nello Spezia all’88’ Ismajli per Terzi. Ma i padroni di casa non riescono a insidiare la difesa juventina.

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Lapresse

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *