La guerra in Ucraina colpisce anche gli anziani: un rapporto di Amnesty International spiega che le persone più vecchie sono fortemente colpite dal conflitto che amplifica fenomeni come la povertà, l’angoscia e l’isolamento. Uno stato di vulnerabilità crescente esacerbata da fenomeni diffusi come l’emigrazione o il reclutamento dei giovani da cui molti di loro dipendono.

Il rapporto, composto da 95 pagine e 159 interviste, analizza i problemi di persone di età avanzata afflitte da cecità, mobilità ridotta o demenza.

A causa dei bombardamenti russi, milioni di persone hanno perso le loro case. Molti di questi sfollati sono anziani, le cui pensioni basse rendono impossibile trovare un nuovo alloggio da soli. Molti di loro finiscono nelle scuole o in altri tipi di infrastrutture pubbliche progettate per ospitare gli sfollati. “Una famiglia è arrivata con una nonna che a malapena riusciva a salire le scale dell’edificio”, ha spiegato Irina Borodina, direttrice di un asilo che ora ospita 57 sfollati nella regione di Kharkiv.

A cura di Stefano Severini – Foto ImagoEconomica 

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui