Il primo ministro ucraino Denys Shmyhal, in un’intervista ad un quotidiano tedesco che uscirà domani, ha avvertito che “se la Russia continuerà i suoi attacchi alle infrastrutture civili del suo Paese” ci sarà il rischio di innescare un “nuovo tsunami migratorio”.

Il premier, che lunedì dovrebbe partecipare al forum economico tedesco-ucraino a Berlino, ha accusato Mosca di voler “far precipitare l’Ucraina in una catastrofe umanitaria”. La Russia vuole “dare all’Ucraina un inverno freddo, dove le persone potrebbero letteralmente morire congelate.

Ciò potrebbe portare a una catastrofe umanitaria pianificata, come l’Europa non vedeva dalla Seconda guerra mondiale”, ha sottolineato Shmyhal nell’intervista al quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung (Fas), invitando Berlino a fornire nuove munizioni all’Ucraina nei prossimi giorni per respingere gli attacchi aerei russi.

A cura di Stefano Severini – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui