Kiev ironizza sull’attacco con i droni contro la base della flotta del mar Nero a Sebastopoli, denunciato oggi dalle autorità filorusse della Crimea. I russi affermano che è stata colpita una nave dragamine e la portavoce del comando meridionale ucraino, Nataliia Humeniuk, lascia intendere che i danni potrebbero essere stati causati dai missili della contraerea di Mosca. “Se avete paura delle ‘zanzare da combattimento’ e usate contro di loro sistemi aggressivi di difesa aerea, ovvero se cercate di colpire  le zanzare con missili S-300, ciò può essere controproducente“, ha  detto Humeniuk, citata da Ukrainska Pravda.

Il riferimento è alle accuse russe agli ucraini, mai provate, di usare droni per diffondere “zanzare infestate con pericolosi virus“.

A cura di Stefano Severini – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui