Quando Ivan Juric ha firmato il contratto triennale con il Torino, evidentemente si aspettava investimenti in linea con quanto speso da Cairo per ingaggiarlo, ovvero due milioni a stagione ….
Il mister croato può aver pensato che per il mercato calciatori il patron granata, dopo le ultime due deludentissime stagioni, avrebbe allargato la borsa e speso di conseguenza ed in rapporto a quanto “scucito” per il nuovo allenatore, bravo a Verona, ma prima reduce da non pochi esoneri ….
Qualche malumore era in effetti già trapelato dalle stanze granata, magari anche per voci traverse, di qualcuno informato dei fatti e che per vie telefoniche aveva rivelato di un ambiente tutt’altro che tranquillo ….
Certo il Torino avrebbe bisogno di dare diversi tagli ad una rosa che dopo un settimo posto finale è piombata nel baratro di un sedicesimo e diciassettesimo posto, su per giù con la stessa rosa e l’aggiunta di Verdi, insieme all’altro “prode”, Zaza, l’acquisto più oneroso (40 milioncini complessivi per due pseudo rinforzi, inutili entrambi, alla faccia di chi li voleva a tutti i costi ed a qualunque prezzo ….) della storia granata ….
Il Covid però ha fatto i suoi danni ed il Toro non ne è certo uscito indenne, così come gli altri contendenti, più o meno tutti alle prese con esuberi da piazzare, salvo allargare le rose a dismisura, così come i rossi di bilancio, partendo da chi ha appena vinto lo Scudetto ed ha “dovuto” fare cassa …. ma volendo possiamo tranquillamente fare altri nomi e cognomi, solo che l’articolo diventa un poema ….
Le dichiarazioni di Juric sono legittime, per carità, ma dato che è in Italia dal 2001, come fa a non sapere quali sono le abitudini cairote rispetto al mercato? Legge i giornali di Marte? E se annota gli acquisti della Fiorentina, perché non ha firmato per i viola, che pure gli hanno fatto la corte e non solo quest’anno? Magari perché la classifica delle ultime stagioni dei viola non è poi stata così meglio di quelle del Toro?
Ribadisco che Juric ha più di una ragione, ma mi sarebbe piaciuto sentirlo lamentarsi dopo che a Verona gli avevano venduto tutti i migliori …. oppure così facendo, magari “spera” di farsi esonerare velocemente, tanto i soldi li prende ugualmente e per tre anni? Il mister croato è bravo e mi è piaciuto vederlo lavorare …. e dopo Sinisa, Mazzarri ed il Professore, finalmente uno che allena …. però non è diventato Mou o Conte e se ha fatto fuoco con la legna che aveva sino ad ora ….
Il Torino è messo male? E’ incompleto? Certamente manca qualcosa, che poi sia tanto o poco di solito lo dice il campo e non qualche giornalista che scrive seduto al bar e gli interessa tenere bordone a chi contesta ed evidentemente della storia granata conosce poco o nulla …. dato che mica è sempre stato Grande Torino ….
Cairo lo conoscono ormai anche le pietre e stupirsi perché non ci si aspettava l’austerity è quantomeno strano, salvo tentare di forzare la mano inducendolo (finalmente) a qualche sacrificio, tanto al bilancio c’è tempo per pensarci …. e non deve certo preoccuparsene l’allenatore…

Il Direttore Responsabile Maurizio Vigliani – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui