TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

JOHNNY DEPP SI DIFENDE DALLE ACCUSE

Volano stracci all’Alta Corte di Londra dove è in corso il processo contro il Sun: l’attore dei ‘Pirati dei Caraibi’ è sul banco dei testimoni per difendersi dall’accusa di essere stato un marito violento e racconta la sua infanzia infelice.

Un ragazzino infelice che a 11 anni aveva già preso “la prima pillola per i nervi” e a 14 aveva già esaurito il panorama di tutto l’arco delle droghe a disposizione. Un artista da sempre affascinato dalla controcultura e da figure come Keith Richards e Geoffrey Chaucer, l’autore dei ‘Racconti di Canterbury‘. Un marito accusato di essere “violento” e di aver picchiato la moglie più volte, accuse che lui nega con forza. Un star che oggi, a 57 anni, fatica a fare i conti con il peso della fama: “Sento il mio nome pronunciare e mi sembra quello di un altro”.

È un Johnny Depp privato quello che sta emergendo nel processo show di fronte all’Alta Corte a Londra. L’attore dei ‘Pirati dei Caraibi’ è sul banco dei testimoni per difendersi dall’accusa di essere stato un marito violento. Occhiali scuri e volto coperto da una sciarpa nera, si è presentato oggi per la seconda volta davanti al giudice: ha querelato il Sun e il suo direttore esecutivo, Dan Wootton, che avevano raccontato che l’attore era stato “un mostro violento”, “uno che picchiava la moglie” ai tempi della relazione con Amber Heard. Le udienze stanno ripercorrendo i mesi tumultuosi delle nozze della coppia hollywoodiana, durato appena due anni, non risparmiando nemmeno i dettagli più scabrosi della relazione.

Secondo gli avvocati dell’attore, il fatto che lui picchiasse l’ex moglie, l’attrice Amber Heard, sono “bugie complete”. Ma i legali della News Group Newspapers (NGN), editrice del ‘Sun’, e dell’editore esecutivo Dan Wootton, citati in giudizio da Depp, parlano di “prove schiaccianti”, riferisce la Bbc.

a cura di Elena Giulianelli – Foto Reuter

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *