Ieri, 10 luglio 2023, senza preavviso o comunicazione da parte delle Istituzioni, è scattato Il nuovo sistema di allarme pubblico in base alla direttiva UE del 2018.

Trattasi di un messaggio arrivato ieri alle 12 in tutti i telefoni dell’Emilia Romagna ed è entrato improvvisamente nel quotidiano delle persone creando anche situazioni di panico e di imbarazzo, date anche le “cattive sorprese” che portano certi messaggi più o meno occulti: azzeramento del credito telefonico – minacce – tentativi di estorsione ecc. ecc.

Molti infatti si sono chiesti a cosa serve !

It-Alert proporrà una serie di ’informazioni dirette alla popolazione, tramite i telefoni cellulari presenti in una specifica area geografica in caso di gravi emergenze, catastrofi imminenti e che in pochi secondi è in grado di avvisare migliaia di persone di un pericolo nelle zone interessate.

Ad oggi It-Alert è in fase di sperimentazione pertanto tutti i messaggi che arrivano sono test e non pericoli reali, quando sarà attivo il sistema diffonderà le tipologie di rischio facenti capo alla protezione civile.

Le emergenze previste sono: “fattori naturali e umani e comprendono: maremoti, il collasso di una grande diga, le attività vulcaniche, gli incidenti nucleari o situazioni di emergenza radiologica, gli incidenti rilevanti in stabilimenti soggetti alla direttiva Seveso legati a sostanze pericolose, e precipitazioni intense.”

A cura di Pier Luigi Cignoli – Foto Imagoeconomica

Editorialista Pier Luigi Cignoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui