Crescono in modo esponenziale i fumatori di sigarette elettroniche in Italia. In aumento anche la vendita di prodotti a tabacco riscaldato. Secondo i dati dell’Istat, nel 2014 erano circa 800 mila le persone dai 14 anni in su che utilizzavano il vaporizzatore. Dopo sette anni, nel 2021, si è arrivati a un milione e mezzo di fumatori di e-cig: il 2,8% ha dichiarato di utilizzare la sigaretta elettronica e il 2,1% i prodotti a tabacco riscaldato non bruciato (HnB).

Secondo il report dell’istituto nazionale di statistica, inoltre, gli uomini fumatori sono il 22.9%, mentre le donne il 15,3%.

L’aumento è dovuto a una nuova sensazione, al fatto che si possa fumare al chiuso non i tutti locali comunque e al nervosismo collettivo provocato dal Covid con le restrizioni.

A cura di Silvia Camerini – Foto ImagoEconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui