STEVEN ZHANG PRESIDENTE FC INTERNAZIONALE ANDREA AGNELLI PREISENTE FC JUVENTUS

Il bilancio risente molto delle mancate entrate dello stadio San Siro e di alcuni contratti di sponsorizzazione chiusi nel corso dell’anno. È record per la Serie A.

Giornata a suo modo storica per l‘Inter. Il Consiglio di Amministrazione di F.C. Internazionale Milano S.p.A ha infatti oggi approvato il bilancio per la stagione 2020/2021, registrando una perdita record per la Serie A di ben 245,6 milioni. Ora questa dovrà essere sottoposta all’assemblea degli azionisti, convocata per fine ottobre.

Il comunicato è apparso poco fa sul sito ufficiale dei nerazzurri, e ve ne riportiamo di seguito qualche breve estratto:

“L’esercizio 2020/2021 è stato significativamente impattato, per la sua intera durata, dalle conseguenze sul contesto socio-economico, nel nostro paese e a livello globale, della pandemia da Covid-19 e delle misure necessarie a mettere in sicurezza la salute pubblica e le attività produttive.

In tale contesto, i ricavi consolidati si sono attestati a 364,7 milioni di euro. L’esercizio ha registrato una perdita pari a € 245,6 milioni, a cui hanno principalmente contribuito l’azzeramento degli introiti da gara derivante dalla chiusura degli stadi (dato che si confronta con il 2020 quando le chiusure erano iniziate nei primi giorni di marzo), le riduzioni contrattuali degli sponsor dovute all’impossibilità di erogare benefit da parte della Società e la liquidazione di rapporti di natura sportiva”.

Superata la Juventus, che era la squadra che fino a questo momento deteneva la perdita maggiore della storia del nostro campionato coi suoi 210 milioni. Il comunicato spiega bene come le ragioni di questo tracollo finanziario siano legati prevalentemente ai mancati introiti dello Stadio San Siro e alla chiusura di alcuni rapporti di sponsorizzazione.

“Un importante risultato è stato già conseguito con il significativo incremento del valore delle sponsorizzazioni. L’ingresso di Socios.com e DigitalBits e l’upgrade di posizionamento di Lenovo attestano la continua crescita dell’appeal del Club a livello globale.

Nell’attesa di ritornare al più presto alla piena capienza, la riapertura degli stadi garantirà al Club di avere di nuovo accesso a una imprescindibile fonte di ricavi.

Queste azioni consentiranno di ridurre significativamente le perdite del Gruppo per la stagione 2021-2022″.

Stando alla nota, l‘Inter sta già comunque iniziando ad agire in merito, avendo già raggiunto alcuni accordi per le prossime stagioni che daranno sicuramente una boccata d’ossigeno. Questa notizia non giunge di certo nuova ai tifosi, già preparati a soffrire dopo la campagna acquisti estiva che ha visto gli addii sofferti di Hakimi e Lukaku sacrificati proprio sull’altare della crisi finanziaria.

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui