“I bambini russi devono sottoporsi a una formazione per imparare a utilizzare i droni da combattimento”, così il ministero della Difesa britannico nel suo aggiornamento dell’intelligence del 24 luglio. Gli 007 britannici citano Artem Sheikin, senatore russo, che ha annunciato che il curriculum includerà lezioni di ricognizione del terreno e contrasto ai droni ucraini. La mossa evidenzia come la Russia consideri l’uso dei droni “una componente duratura della guerra contemporanea”.

La formazione sarà parte del corso “Basics of Life Safety”. Dal 1 settembre 2023, agli studenti delle scuole superiori verrà insegnato come utilizzare un fucile d’assalto, le abilità con le bombe a mano e il primo soccorso in combattimento, nonché l’addestramento sui droni, come parte del programma.

L’intelligence britannica ha dichiarato che il programma imiterà l’addestramento militare obbligatorio sovietico per gli scolari, che “includeva contingenze per un attacco chimico o nucleare, primo soccorso ed esperienza nella gestione e nel fuoco dei fucili Kalashnikov”. Si pensa che la mossa sia un tentativo di migliorare la qualità dei coscritti.

A cura di Stefano Severini – Foto ImagoEconomica 

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui