Martedì notte, una turista britannica di 21 anni è stata uccisa da un francese di 29 anni che, secondo quanto riferito dai testimoni, l’ha colpita a morte con un coltello al grido di “Allahu Akbar”.

L’omicidio è avvenuto in un ostello della gioventù nella cittadina di Home Hill, nel nord est dell’Australia. L’assalitore, che ha agito davanti a una trentina di persone, ha ferito seriamente anche un altro cittadino britannico di 30 anni. Come riportato dalla stampa locale, l’uomo avrebbe ripetuto la frase, solitamente pronunciata negli attacchi jihadisti, anche davanti agli agenti.

Durante una conferenza stampa a Brisbane, gli investigatori hanno riferito che esamineranno eventuali “disturbi mentali o abuso di droghe” alla base del gesto, così come possibili indicazioni di un gesto motivato dall'”estremismo” o dalla “radicalizzazione”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui