Almeno quindici persone sono morte a causa di piogge torrenziali che hanno colpito il Venezuela occidentale. Più di 35.000 persone “sono state direttamente colpite dalle piogge” cadute in 11 Stati del Paese e più di 8.000 case sono state “distrutte”, ha dichiarato il presidente Nicolas Maduro in un discorso trasmesso dalla tv pubblica. “La situazione è drammatica, triste, senza speranza. Perdere tutto non è facile, ma è peggio perdere i propri cari.

È la tragedia del 2005 che si ripete”, ha commentato Jesus Quintero, un giornalista di Merida, dove nel 2005 morirono 41 persone e altre 52 risultarono disperse a causa delle alluvioni provocate dalle forti piogge e che ora registra almeno 13 morti. “Possiamo parlare di 11 morti come risultato della pioggia torrenziale nella città di Tovar e di due bambini morti nella municipalità di Pinto Salina”, ha dichiarato il governatore dello Stato, Ramon Guevara, in un video pubblicato su Twitter.

EUna deputata, Olivia Lozano, ha diffuso un altro video in cui si vedono auto sommerse dall’acqua.

A cura di Elisabetta Turci – Foto Imagoeconomica 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui