TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

IN EUROPA 100MILA CONTAGI IN UN GIORNO

Oltre centomila contagi in un giorno, per la prima volta dall’inizio della pandemia: l’Europa si prepara a gestire una seconda ondata di Covid-19, che si annuncia aggressiva come quella di primavera. Per farvi fronte, la Germania non ha escluso nuove restrizioni entro pochi giorni se la curva dei nuovi contagi non si stabilizzasse.

La Gran Bretagna sta attraversando una “fase pericolosa”, ha annunciato il ministro della Salute britannico Matt Hancok all’indomani del record di 17.000 nuovi contagi nel Regno Unito. Il governo conservatore, pressato dai laburisti, ma anche dai suoi parlamentari, ha annunciato l’aumento dei sussidi ai salari per i dipendenti delle aziende costrette a rimanere chiuse per motivi di sicurezza, nell’ambito del nuovo lockdown che sta coinvolgendo milioni di persone.

A Parigi lo stato d’allerta è una realtà da diversi giorni. In tutta la Francia, che viaggia stabilmente oltre i 10.000 nuovi contagi quotidiani, lo scenario è di “sei mesi difficili”. Lo hanno chiarito le autorità sanitarie del Consiglio scientifico, spiegando che a maggio soltanto il 4,5% della popolazione aveva sviluppato anticorpi contro il coronavirus. Quindi, è stato rilevato, nella prima ondata solo una minoranza è stata in contatto con il Covid.

Per la Germania, che insieme all’Italia è l’unico grande Paese europeo con una crescita dei casi ancora relativamente sotto il livello di guardia, si annunciano giorni decisivi. Lo ha detto apertamente Angela Merkel incontrando i sindaci di 11 grandi città. Sarete “il banco di prova per capire se riusciremo a tenere sotto controllo la pandemia, come abbiamo fatto per mesi, o se perderemo il controllo”, ha affermato la cancelliera. Avvertendo che se entro 10 giorni la curva dei contagi (finora arrivata a oltre 4.000 al giorno) non si appiattisse, “ulteriori misure restrittive sarebbero inevitabili”. Un nuovo colpo per metropoli come Berlino e Francoforte, dove è già in vigore il coprifuoco notturno dei locali.

A cura di Renato Lolli – Foto Imagoeconomica

Nella foto in alto la cancelliera ANGELA MERKEL

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *