Ha scontato in carcere 22 anni da innocente. Adesso chiede allo Stato italiano un risarcimento di oltre 66 milioni di euro. Protagonista della storia è Giuseppe Gulotta, ex muratore di Certaldo (Fi), arrestato nel 1976 per l’omicidio di due carabinieri della stazione di Alcamo Marina (Trapani). Allora diciottenne, venne condannato all’ergastolo, ma dopo nove processi e 22 anni di carcere nel 2012 fu assolto dalla corte d’appello di Reggio Calabria, che stabilì come la confessione venne estorta con sevizie e torture da parte dell’Arma.

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui