Neve a bassa quota poi nel week end netto rialzo termico sulle Alpi piemontesi. Maestrale in Sardegna. Allerta gialla per neve a Parma e Piacenza. Maltempo sulle isole maggiori. A macchia di leopardo il sole e temperature in rialzo da domenica.

Un ponte dell’Immacolata che invoglierà a stare al caldo in casa e che è già iniziato con un po’ di pioggia al nord e sulla Sardegna, per continuare poi con tempo variabile ma che lascerà comunque spazio al sole, anche se a macchia di leopardo, nel centro sud.

Secondo le previsioni elaborate dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare il fine settimana si presenta con nubi e precipitazioni in arrivo per il nord-ovest e la Sardegna, con neve fino a quote abbastanza basse per i rilievi e i colli del Piemonte e della Liguria. Nuvolosità in aumento anche sul resto del Paese, ma con deboli precipitazioni solo sul nord-est nel pomeriggio e sulla Sicilia occidentale verso sera. Tendenza, comunque, al miglioramento per fine giornata.

Otto dicembre, le previsioni nel dettaglio 

Al nord 

Cielo sereno o poco nuvoloso su Veneto e Friuli Venezia Giulia ma con nubi in aumento nel corso della giornata fino a cielo molto nuvoloso in serata. Molte nubi sul resto del nord con piogge sparse al nord-ovest e dal pomeriggio anche sull’Emilia Romagna occidentale, fino a coinvolgere in serata anche il Trentino-Alto Adige.

Isolati temporali previsti lungo le coste liguri. Attese nevicate su alpi occidentali, centrali e appennino ma con neve fino a quote di pianura sul Piemonte, fin verso i 300-400 m su Lombardia sudoccidentale ed Emilia-Romagna occidentale. Pioggia mista a neve che potrà raggiungere anche la bassa pianura lombarda e la pianura occidentale dell’Emilia-Romagna.

Possibilità di pioggia congelantesi sull’appennino a confine tra Liguria e Piemonte. Locali foschie dense sulla pianura padano-veneta al primo mattino.

Per Parma e Piacenza è stata diramata l’allerta gialla per la neve.

Centro e Sardegna 

Cielo molto nuvoloso sulla Sardegna con piogge diffuse e inesistenti. Cielo solcato da velature su Marche e Abruzzo, salvo addensamenti compatti serali. Nuvolosità in graduale aumento sul resto del centro ma con piogge che interesseranno la toscana e localmente il lazio settentrionale. Possibili deboli nevicate sull’appennino toscano oltre i 400 metri.

Sud e Sicilia 

Cielo velato sulle regioni peninsulari, con al più locali e innocui annuvolamenti sparsi, specie sulle regioni tirreniche. Cielo molto nuvoloso sulla Sicilia, con piogge sparse a partire dalla sera lungo le coste occidentali.

Temperature

Minime in diminuzione al sud, al centro e su Triveneto e Romagna, in rialzo su Sardegna e restanti Alpi, stazionarie sul resto d’Italia. Massime in calo al nord-ovest, su Toscana, Umbria, Lazio, Veneto, Friuli Venezia Giulia, al sud e sulle isole maggiori, senza variazioni di rilevo sul resto del territorio.

Le previsioni per il week end 

Sabato 9 dicembre avremo sole più diffuso sul nord-est e sulle regioni tirreniche, con nubi sparse invece sul nord-ovest, sulle regioni meridionali, sulle centrali Adriatiche e sulle due isole maggiori, ma comunque con scarsa probabilità di pioggia e con schiarite anche al sud verso la fine della giornata.

Per domenica 10, tempo stabile ma con aria che si farà più umida, quindi con annuvolamenti sparsi specialmente sulle regioni tirreniche, sulla Sardegna e sulla Sicilia. Un po’ di pioggia sarà possibile nella seconda parte della giornata sul basso Tirreno, tra la Calabria e la Sicilia settentrionale. Sarà nel complesso un week end con poco vento, solo un po’ più sostenuto per le due isole maggiori; buono anche il moto ondoso dei mari, più vivace per venerdì e poi generalmente attenuato. Per le temperature, una tendenza all’aumento, più avvertibile per domenica.

A cura di Claudio Piselli – Foto ImagoEconomica 

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui