Sembra che oggi siamo chiamati a rendere “omaggio” a figure rappresentative della Francia!
Abbiamo appena elogiato Christine Lagarde per il suo impegno e successo quale Presidente della Banca Centrale Europea che, dopo 20 anni di gestione attiva, ha dichiarato per l’esercizio 2023 una clamorosa perdita di 1,3 miliardi, un “rosso” che difficilmente verrà dimenticato!
E come non assegnare un “elogio” anche al sempre attento e accorto Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron?
Valutando, con una tempistica invidiabile, l’avvicinarsi della elezione europee e visto il sensibile calo delle sinistre, attua un vero “colpo di genio”:  predispone con cura un “evento” per ricordare il peso sostanziale della sinistra e enfatizzare la “gloriosa” lotta al nazifascismo.
Così ha deciso, dopo 80 anni, dal fatto storico, che nel PANTHEON di Parigi (dove riposano i “grands hommes de l’époque de la liberté française”) venissero deposte le salme del “partigiano armeno” ed eroe della resistenza francese  Missak Manouchian e di 5 “partigiani italiani”:Rino Della Negra, Spartaco Fontanot, Cesare Luccarini, Antoine Salvadori, Amedeo Usseglio,  fucilati dai nazisti il 21 febbraio 1944.
Ovviamente tutti i sinistroidi e i radical chic hanno partecipato e applaudito tale evento che onora la lotta al nazifascismo e che, magari, regala qualche voto!

A cura di Pier Luigi Cignoli – Foto ImagoEconomica 

Editorialista Pier Luigi Cignoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui