TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

IL SASSUOLO FA SUO IL DERBY A BOLOGNA

Emozioni a non finire nel derby emiliano. Il Sassuolo (in maglia bianca da trasferta) vede l’inferno e poi risorge con tre reti nel finale: Bologna battuto 4-3 al ‘Dall’Ara’ e secondo posto centrato a quota 10 punti. La squadra di Mihajlovic, deve mangiarsi le mani: dopo un primo tempo di grandi giocate, ha sprecato un doppio vantaggio: conduceva 3-1 al 60’. La classifica piange: reduce dal ko di Benevento, gli unici 3 punti li ha raccolti nell’altro derby a spese del Parma. Così il Lunch Match domenicale della quarta giornata di campionato.

La squadra di Mihajlovic va in vantaggio al 9′ grazie a Soriano, messo nelle condizioni di segnare da un assist di Palacio, pareggia otto minuti dopo Domenico Berardi con un gran sinistro a girare. al 39′ Svanberg chiude con un destro sul secondo palo una bellissima combinazione avviata da Barrow, impreziosita da Palacio e rifinita da Soriano. Lavoro per i portieri prima dell’intervallo. Consigli blocca un colpo di testa di De Silvestri; Skorupski neutralizza un diagonale di Caputo.

Nella ripresa tris felsineo con Orsolini, che approfitta di un errore in disimpegno di Locatelli per trafiggere con un mancino secco, leggermente deviato da un difensore (60’). Il Sassuolo riapre subito la partita con Djuricic che trafigge Skorupski su imbucata di Caputo (64’). I neroverdi hanno anche l’occasione per pareggiare, ma il portiere rossoblù mette la mano su bomba ravvicinata di Ferrari. Il pareggio però arriva poco dopo su corner: Palacio svirgola e Caputo sul secondo palo si trova il pallone da spingere in rete (70’). Il Bologna accusa il colpo e solo un gran riflesso di Skorupski nega il gol all’inzuccata ravvicinata di Ferrari. Ma la squadra di De Zerbi è scatenata. Al 77’ su incursione di Kyriakopoulos lungo la fascia sinistra, Tomiyasu interviene alla disperata sul traversone e colloca il pallone nella propria rete. Ribaltone neroverde completato e secondo posto che fa sognare.

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Lapresse

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *