Cesena Basket 2005 Raggisolaris Faenza 75-69 (11-13, 30-30, 56-45)

Cesena Basket 2005: Rossi 14, Santoro 10, Piazza 6, Domeniconi, Nocerino, Panzavolta 16, Ricci 2, Pezzi 17 (MVP), Sanzani 6, Orioli, Maldini, Capucci 4. Allenatore Marco Vandelli – Vice Lucio Paganelli.

Archiviate le ultime prestazioni, le giraffe cesenati, dopo aver superato il giro di boa del girone d’andata con quattro vittorie, quattro sconfitte e già osservato il turno di riposo, si sono presentate nuovamente tra le mura amiche del Palaippo (ancora orfane del centro titolare Alessandro Balestri)per un’altra sfida territoriale. Questa volta gli ospiti sono i cugini di Faenza, che in classifica inseguono Cesena, con due punti in meno. Partita sulla carta delicata che ha consolidato le ambizioni del gruppo di coach Vandelli che ha saputo portare in campo un’organizzazione spettacolare e convincente.

La giovane formazione biancazzurra ha finora giocato buone gare con le avversarie dal potenziale equivalente, più complicate quelle assemblate con giocatori esperti e navigati, già pronti per centrare i playoff promozione in tutta scioltezza (Argenta-Budrio e Granarolo). Un dato di fatto incontrovertibile è che Cesena, dopo quest’ultimaprestazione sopra le righe, si trova in una posizione di classifica meritata e dai più inaspettata. “Bravi tutti i ragazzi a referto in una partita non facile per nervosismo e fisicità – spiega il tecnico cesenate al termine della gara – infatti, nei momenti di calo, abbiamo saputo rimanere uniti trascinati dal capitano Oscar Pezzi coadiuvato da un ritrovato Jacopo Santoro, sotto la regia di Federico Rossi e Luca PanzavoltaSiamo una squadra che sta dimostrando la sua crescita a ogni partita e questo è molto importante.”.

La partita. Primo quarto di studio da entrambi i lati del campo che si chiude con un punteggio da mini basket, nonostante l’evidente supremazia fisica dell’arsenale faentino. Secondo quarto contrassegnato dalla fuga degli ospiti che sono subito ripresi dai padroni di casa e che chiude il primo tempo in perfetta parità. Al rientro dall’intervallo lungo le giraffe, più determinate e consapevoli della loro forza, con il coltello tra i denti, allungano il passo chiudendo il terzo quarto con un vantaggio che raggiunge la doppia cifra. Ultimo quarto con Faenza che riporta subito il punteggio in parità, mentre i diversi falli fischiati a Cesena non promette nulla di buono.

A suon di triple andate a segno e tiri liberi sbagliati da entrambe le parti si arriva a meno di due minuti dal termine della gara con i faentini a +1. Il palazzetto s’infiamma e suona la carica ai cesenati che da questo momento in poi non sbagliano più, mentre gli ospiti rimangono a bocca asciutta in una partita sudata e sofferta da entrambe le formazioni.

Il vice Direttore Ugo Vandelli – Foto Redazione

Il Vice Direttore Ugo Vandelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui