Il Napoli di Spalletti ha giò preso il volo verso il tricolore

Il prossimo weekend chiuderà la prima parte del campionato, ma intanto nel turno di metà settimana, il quattordicesimo, sono successe cose molto interessanti, che hanno coinvolto nel bene e negativamente la classifica un po’ in generale.

Il Napoli ha faticato ad avere ragione del sempre tosto Empoli, con polemica annessa per un “rogorino” generoso concesso ai ragazzi di Spalletti; quello che conta è che però gli azzurri hanno approfittato dei risultati di Milan ed Atalanta per aumentare il vantaggio che oggi è di otto punti.
Milan ed Atalanta sono incappate in una giornata storta, contro Cremonese e Lecce, anche a causa di un turnover parso di poco senso ad una giornata dalla sosta.
Il Milan ha comunque mantenuto la seconda piazza, raggiunto però dalla Lazio, che a sua volta ha faticato ad avere ragione del Monza, mentre anche la Juve ha continuato il suo filotto vincente a Verona, scalando diverse posizioni in classifica.
Nella quattordicesima è risorta anche l’Inter, che ha giocato un set contro un Bologna bravo nella prima parte e poi sprofondato dopo un episodio contestato dai rossoblù, ma che non può essere usato per giustificare una debacle davvero brutta.
Non vince la Roma contro il Sassuolo e qui le polemiche le scatena Mou, che se la prende con un suo giocatore, invitato a cercarsi una nuova squadra a gennaio.
Detto dell’inopinata, quanto meritata, sconfitta dell’Atalanta a Lecce, l’Udinese ha continuato il periodo non del tutto positivo, pareggiando contro lo Spezia, mentre hanno vinto Torino e Fiorentina, il primo inguaiando sempre più una Sampdoria che non segna dato che non tira mai in porta, ed in questo caso, la retrocessione non può che essere il logico finale.
Oggi la situazione coinvolge soprattutto Verona, Samp e Cremonese, ma quelle davanti non corrono, pur se per avere speranze di salvezza, è necessario che da gennaio ci sia una decisa svolta di prestazioni e risultati.
Siamo quasi arrivati al momento dello stop mondiale, con le tante incognite che questo comporta, data la situazione mai verificatasi in precedenza; la speranza delle inseguitrici è che il Napoli “patisca” la sosta e perda colpi, ma sarà tutto da scrivere che la cosa valga per gli azzurri e non per che deve recuperare terreno.
Pochi giorni e faremo il punto della situazione, tornando inoltre al mercato estivo ed ai troppi infortuni, sempre più frequenti, in qualsiasi piazza, e sempre più gravi.
Il Direttore responsabile Maurizio Vigliani – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui