Il Ministro della Giustizia Carlo Nordio

Ma le mie idee chiare sono quelle che avete letto nei miei libri. Attuazione del codice Vassali, un codice firmato da una medaglia d’argento della resistenza. Revisione dal codice penale firmato da Mussolini di cui però nessuno parla.

A breve la prima emergenza è quella economica, bisogna intevrnire in quella parte della giustizia per vecolizzare i tempi così da aiutare l’economia. Semplificando le procedure e identificando bene le competenze, facendo anche la spending review per spendere al meglio le risorse. Riforme urgenti e meno divisive verso la politica e la Magistratura.

Separazione delle carriere è nel nostro programma e ne sono molto convinto perché fa parte del metodo Vassalli. Ma credo che in questo momento è importante concentrarsi sul pratico, integrando gli organici, velocizzando i processi, rendere la Giustizia più efficiente perché questi ritardi ci costano il 2% del Pil. Cartabia?

Con la Ministra avremo un incontro, andava nella direzione giusta naturalmente aveva dei limiti, perché le leggi le fa il Parlamento e lei era limitata da un Maggioranza composita e giustizialista, oggi abbiamo delle idee molto diverse anche perché la velocizzazione della Giustizia passa per una forte depenalizzazione dei reati, eliminare questo pregiudizio che la sicurezza o la buona amministrazione siano tutelati dalla legge penale”,

ha dichiarato il nuovo ministro della Giustizia Carlo Nordio.

A cura di Samanta Costantini – Foto Imacoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui