Il Milan inizia il nuovo anno con un successo, piegando la Roma per 3-1 a San Siro. Gara piacevole e con diverse emozioni, nonostante le numerose assenze, soprattutto tra i rossoneri. Apre Giroud su rigore, raddoppio Milan con Messias, i giallorossi accorciano prima dell’intervallo ma nella ripresa cedono e Leao chiude la sfida.

Pronti via e al 4′ il primo episodio determinante del match: conclusione di Theo Hernandez dalla distanza, Abraham sfiora col braccio e Chiffi – dopo avere consultato il Var – assegna il rigore. Dagli undici metri Giroud spiazza Rui Patricio. I rossoneri giocano meglio e hanno il pieno controllo del pallone, tanto che al 17′ raddoppiano con Messias. Errore di Ibanez che sbaglia un retropassaggio, ne approfitta Giroud che colpisce però il palo, sulla ribattuta arriva il brasiliano che a porta vuota non sbaglia.

La formazione di Mourinho a questo punto prova a reagire con un diagonale di Zaniolo, lanciato in area da Abraham che approfitta di un errore di Kalulu: Maignan respinge.
Al 40′ i giallorossi riaprono il match: conclusione di Pellegrini sugli sviluppi di un corner, Abraham devia e non lascia scampo a Maignan. Nella ripresa subito Milan pericoloso: prima con Messias, poi con Diaz che con una gran botta da fuori centra la traversa.

Le chance fioccano: Abraham e Ibanez ci provano per la Roma; ancora Diaz e Florenzi per il Milan. A otto dalla fine i rossoneri la chiudono in contropiede con Leao, che sfrutta nel migliore dei modi una sponda del neo entrato Ibrahimovic: è 3-1.

A pochi secondi dal fiscio finale altro rosso per la Roma, col doppio giallo a Mancini, e penalty per i rossoneri. Dagli undici metri Ibrahimovic si fa neutralizzare da Rui Patricio.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Getty Image

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui