I tre Gironi della Lega Pro sono alla vigilia degli ultimi novanta minuti della stagione regolare con moltissimo ancora da decidere, dato che oltre a Como e Ternana, manca la promossa diretta del Girone B (dove Perugia e Padova sono appaiate al primo posto); ma non solo, visto che delle ultime in classifica, solo la Cavese (Girone C) è già matematicamente retrocessa tra i Dilettanti e molte sono le posizioni in bilico tra chi parteciperà ai play off ed ai play out.

Grande incertezza dunque in quella che è la terza serie del calcio italiano, dove non sono mancate le sorprese e dove i nomi illustri, o di nobili decadute, sono moltissimi, specie nel girone meridionale, dove oltre alla Ternana, già promossa, sono parecchie le formazioni con presenze non irrilevanti in Serie A, dal Catanzaro all’Avellino, dal Bari al Catania, dal Foggia al Palermo, tralasciando negli altri gironi, la pluri scudettata Pro Vercelli, Alessandria, Novara, Piacenza, Livorno, così come gli stessi Perugia e Padova, Modena, Cesena e Triestina.

Insomma, sembra quello di Lega Pro il campionato dei reduci, più o meno famosi, con più o meno presenze e buoni risultati nella massima serie, e magari sprazzi di Europa; reduci da stagioni travagliate, o in piene crisi finanziarie, che il Covid ha reso ancora più pregiudizievoli per un futuro tutto da scrivere …. si spera!

Tante sentenze da scrivere, dunque, affidate a scontri diretti o che coinvolgono prime ed ultime posizioni dalla classifica, in attesa di quella vera e propria lotteria che designerà non solo chi scenderà di categoria, ma soprattutto chi farà il salto in Serie B, per l’ultimo dei posti promozione che al momento ha un gran numero di potenziali candidate.

Dal 9 maggio prenderanno il via proprio i play off, con due turni ad eliminazione diretta, che saranno circoscritti per gironi, mentre in quello successivo il discorso sarà allargato e si giocherà con andata e ritorno, sino al 13 giugno prossimo, mentre il 22 maggio sapremo con certezza i nomi delle formazioni retrocesse.

Arrivare a giocarsi gli spareggi è già importante , ma ancora di più sarà determinante la posizione in classifica, dato che non tutte scenderanno in campo sin dal 9 maggio e non per tutte ci sarà la possibilità di disputare le gare tra andata e ritorno (i primi due turni sono infatti ad eliminazione diretta e senza supplementari e/o rigori); c’è poi anche da considerare che chi è meglio posizionato in classifica ha la possibilità di andare avanti anche a parità di risultato, quindi basterà un pareggio per proseguire il cammino…

Turno fondamentale dunque quello di domenica 2 maggio, dove tutte le partite si disputeranno in contemporanea: alle 15,00 il Girone B, alle 17,30 il Girone A ed alle 20,30 il Girone C, per evitare pastette, biscotti e biscottini, di cui siamo famosi “interpreti”, spesso senza vergogna alcuna, salvo ci sia da accusare gli altri dei medesimi discutibili comportamenti…

Il Direttore responsabile Maurizio Vigliani – foto Patrizia Ferro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui