GRAF1563. ALBALATE DEL ARZOBISPO (TERUEL), 14/12/2017.- El operativo desplegado por la Guardia Civil en Andorra continúa buscando al individuo que hoy ha asesinado a al menos tres personas (dos agentes de la Guardia Civil y un ciudadano) entre las poblaciones de Albalate del Arzobispo y la localidad minera de Andorra. EFE/Antonio Garcia

È stato catturato a Teruel, in Aragona, l’uomo ricercato in Italia per gli omicidi di Budrio, dopo che ha ucciso altre tre persone. Efe ed El Pais: Madrid sospenderà l’estradizione in Italia per giudicarlo per i crimini commessi in Spagna.

La località nella quale il criminale serbo è stato catturato si trova nella zona di El Ventorrillo, compresa tra le città di Terruel in Andorra ed Albalete del Arzobispo. “La procura della Repubblica di Bologna, coordinando i Carabinieri del Ros e del comando provinciale di Bologna e Ferrara – è scritto nella nota – aveva già da tempo avviato mirata attività rogatoriale in Spagna, avendo avuto riscontro a seguito delle indagini svolte della presenza del latitante.

In questa prospettiva, oltre a specifiche attività in Serbia, Austria e Francia (grazie alla fruttuosa collaborazione ed alla grande disponibilità degli organi competenti) si erano svolti numerosi incontri di coordinamento con le autorità di polizia spagnole, sin dall’estate, anche con trasferte ed attività tecniche e dinamiche direttamente svolte sul territorio spagnolo, di concerto con gli organi di polizia spagnoli. tali attività sono state peraltro agevolate dalle attività di coordinamento di Eurojust e di supporto della Dcsa”.

La polizia scientifica italiana, a quanto si apprende, è stata interessata dalle autorità spagnole per le procedure d’identificazione dell’uomo arrestato.

Polizia conferma: le impronte digitali sono sue La polizia scientifica italiana -secondo quanto apprende l’ANSA – ha concluso positivamente il riscontro delle impronte digitali rilevate ad Igor ‘il russo’ e immesse dalla guardia civil nella banca dati europea Afis con quelle già in possesso della polizia italiana.

Il riscontro ha dato esito largamente positivo, confermando definitivamente che la persona arrestata è proprio quella ricercata per gli omicidi commessi a Budrio (Bologna) e Portomaggiore (Ferrara), avvenuti rispettivamente il primo e l’otto aprile scorsi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui