GUERRA IN UCRANA, AZOVSTAL DOPO L'ATTACCO RUSSO

17:30 3 Maggio 2022 Ucraina, l’Onu conferma: “Riuscita l’evacuazione di 101 civili da Azovstal”
Le Nazioni Unite hanno confermato “la buona ‘riuscita” dell’evacuazione di 101 civili, che per settimane erano asserragliati nell’impianto industriale dell’Azovstal a Mariupol, assediato dalle truppe russe: ”Sono felice e sollevata nel confermare che 101 civili sono stati evacuati con successo dall’impianto metallurgico Azovstal a Mariupol”, così il coordinatore umanitario delle Nazioni Unite per l’Ucraina, Osnat Lubrani.

16:58
Ucraina, vicepremier: “Centinaia intrappolati sotto le macerie ad Azovstal”
La vicepremier ucraina, Iryna Vereshchuk, ha dichiarato alla stampa che “centinaia di civili, tra cui una decina di bambini, sono intrappolati sotto le macerie dell’acciaieria Azovstal di Mariupol”. Vereshchuk ha parlato da Zaporizhzhia, dove sono arrivati un centinaio di civili evacuati e ha dichiarato che “i soccorritori hanno chiesto più tempo per evacuare i cittadini intrappolati nei tunnel e nei sotterranei, ma la richiesta è stata rifiutata dalla parte russa”.

16:57
Ucraina, Sindaco Mariupol: “40.000 civili deportati ai lavori forzati”
“Abbiamo verificato le liste dei residenti deportati dai russi nel loro Paese, attualmente sono quasi 40.000 persone – così il sindaco di Mariupol, Vadym Boichenko, in un briefing online al media center di Kiev – i nostri cittadini vengono portati ai margini della Russia, dato loro un certificato di immigrazione e usati per diversi lavori perché lì non c’è nessuno che lavori”. Boichenko ha aggiunto che “i russi stanno costringendo i cittadini a svolgere diversi compiti nella stessa Mariupol, come rimuovere i detriti e bruciare i corpi dei civili uccisi: stanno nascondendo i loro crimini”, ha concluso.

16:44
Ucraina, governatore Zaporizhzhia: “I russi non fanno prelevare persone nonostante gli accordi”
“La parte russa, nonostante gli accordi, non ci ha permesso di prelevare persone da Tokmak, Berdyansk e Vasylivka”. Lo ha denunciato sul suo canale Telegram Oleksandr Staruh, governatore della regione di Zaporizhzhia

16:42
Ucraina, Putin a Macron: “Restiamo aperti al dialogo con Kiev”
Durante la telefonata con il presidente francese Macron, il presidente russo – si legge in una nota del Cremlino – “ha sottolineato che nonostante l’incoerenza e l’impreparazione di Kiev per un lavoro serio, la Russia è ancora aperta al dialogo”.

16:35
Procuratrice Kiev: “Ad Irpin trovati 290 corpi di civili”
La procuratrice generale dell’Ucraina, Iryna Venediktova, ha annunciato il completamento della prima fase delle indagini sui crimini di guerra russi a Irpin, nei pressi di Kiev. Venediktova ha riferito che “sono stati trovati 290 cadaveri, di questi 105 non sono stati ancora identificati: il 70% della città, ha aggiunto, è stato danneggiato”.La procuratrice ha specificato che si tratta di 161 uomini, 73 donne e di un bambino. e che “105 corpi non sono stati ancora identificati”.

16:27
Ucraina, reggimento Azov conferma: potente attacco russo contro Azovstal
Il vicecomandante del reggimento Azov, ha confermato un potente assalto russo in corso contro la fabbrica Azovstal, a Mariupol: “attualmente è in corso un potente assalto al territorio dell’Azovstal, con l’appoggio di mezzi corazzati, carri armati, tentativi di sbarco di truppe, con l’ausilio di barche ed un gran numero di elementi di fanteria”, così Sviatoslav Palamar, vice comandante del reggimento Azov, in un videomessaggio su Telegram. “Le unità dell’esercito russo e della Repubblica popolare di Donetsk, utilizzando artiglieria e aerei, stanno iniziando a distruggere le postazioni di tiro dei combattenti ucraini”, ha affermato invece il ministero della Difesa di Mosca, citato dalle agenzie russe.

16:24
Ucraina, Borrell: “In nuove sanzioni altre banche fuori dallo Swift”
“La guerra non provocata della Russia contro l’Ucraina influisce sulla sicurezza globale – così in un tweet l’Alto rappresentante dell’Ue per la Politica estera, Josep Borrell – stiamo lavorando al sesto pacchetto di sanzioni, che mira ad escludere dallo Swift più banche, elencare gli attori della disinformazione e affrontare le importazioni di petrolio”, Borrell ha aggiunto che “queste misure saranno presentate al Consiglio per l’approvazione”.

16:21
Putin: “Occidente smetta di fornire armi a Kiev”
Il presidente russo, Vladimir Putin, nel corso del colloquio telefonico con l’omologo francese Emmanuel Macron, ha affermato che l’Occidente dovrebbe smettere di fornire armi a Kiev: “L’Occidente potrebbe contribuire alla cessazione di queste atrocità in Ucraina, esercitando un impatto appropriato sulle autorità di Kiev, e fermando la fornitura di armi”, così Putin al presidente francese, secondo quanto riporta il Cremlino.

16:18
Ucraina, Croce Rossa: 100 civili usciti da Azovstal a Zaporizhzhia
Il Comitato Internazionale della Croce Rossa ha reso noto che un convoglio di civili – fatti uscire nel fine settimana dall’acciaieria Azovstal a Mariupol – è arrivato a Zaporizhzhia. Si tratta di “circa 100 persone che hanno lasciato la città e le aree circostanti”.

14:57
Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani: 3.193 civili uccisi da inizio conflitto
Sono quasi 3.200 i civili uccisi in Ucraina dal 24 febbraio. Secondo gli ultimi dati dell’Ufficio dell’Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, dall’invasione russa dell’Ucraina, sono 3.193 le vittime accertate fra i civili, compresi 72 bambini, 71 ragazze, 84 ragazzi e 734 donne. I feriti sono 3.353.

14:50
Terminata dopo più di due ore la telefonata Putin-Macron
Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha avuto un colloquio telefonico con l’omologo russo, Vladimir Putin, durato più di due ore.

14:35
03 Mag

Johnson conferma aiuti all’Ucraina per 350 milioni di euro
Il primo ministro britannico, Boris Johnson, ha confermato che il Regno Unito invierà altri aiuti militari all’Ucraina nelle prossime settimane nell’ambito di un “pacchetto di supporto” del valore di 300 milioni di sterline, circa 350 milioni di euro. “Nelle prossime settimane, noi nel Regno Unito vi invieremo missili anti-nave Brimstone, sistemi antiaerei Stormer” e radar, ha precisato Johnson nel suo intervento al Parlamento ucraino. “Stiamo fornendo veicoli blindati per evacuare i civili dalle aree sotto attacco – ciò che Volodymyr (Zelensky) mi ha menzionato nella nostra telefonata più recente”, ha aggiunto.

14:03
Johnson: “L’Ucraina vincerà e sarà un paese libero”
L’Ucraina vincerà contro la Russia e sarà un Paese libero. Lo ha affermato il premier britannico Boris Johnson in un messaggio al Parlamento ucraino. “Oggi ho un messaggio per voi: l’Ucraina vincerà e sarà un Paese libero”. “Voi siete i padroni del vostro destino – ha aggiunto – nessuno può e potrà imporre nulla agli ucraini”. “Avete – ha proseguito – sfatato il
mito dell’invincibilità di Putin”. Johnson ha anche annunciato ulteriori 300 milioni di sterline (356 milioni di euro) in aiuti militari all’Ucraina, comprese apparecchiature per la guerra elettronica e un sistema radar controbatteria.

13:59
Procuratrice generale ucraina: “Putin è il criminale di guerra del XXI secolo, deve essere processato”
“Putin deve essere assolutamente processato, è il principale criminale di guerra del XXI secolo: ricordate la Cecenia, la Georgia e ora l’Ucraina”. Lo ha detto la Procuratrice generale ucraina Iryna Venediktova, incontrando i giornalisti davanti alla casa della cultura di Irpin, completamente distrutta. “E’ lui il responsabile come comandante in capo dei crimini di guerra commessi in queste zone”, ha aggiunto. Nella sola Irpin – aggiunge la procuratrice – sono stati trovati 290 corpi di civili uccisi dai russi, di questi “55 sono solo resti umani”.

13:55
Michel: “Imminenti sanzioni sul petrolio russo”
“Sono fiducioso che il Consiglio imporrà in via imminente altre sanzioni, in particolare sul petrolio russo”. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel. “Stiamo sanzionando la Russia per esercitare una pressione economica, finanziaria e politica sul Cremlino. Il nostro obiettivo è semplice: rompere la macchina di guerra russa”, ha spiegato.

13:29
Kiev: Russi hanno lanciato l’assalto all’acciaieria Azovstal
Le forze russe hanno lanciato l’assalto all’acciaieria Azovstal a Mariupol. La notizia è stata confermata dal vice comandante del reggimento Azov asserragliato nel complesso.
Prima dell’assalto caccia russi hanno bombardato Azovstal per diverse ore, scatenando un vasto incendio.

13:14
Attacchi a Donetsk: Bilancio sale a 9 vittime
E’ salito a nove vittime il bilancio degli attacchi che questa mattina hanno colpito la regione orientale di Donetsk. Bombardamenti sono stati registrati nella città di Avdiivka e a Vuhledar. Altre persone sono morte durante gli attacchi russi alla città orientale di Lyman, ha detto il governatore della regione Pavlo Kyrylenko.

12:52
Commissario diritti umani ucraino: “La Russia si sta preparando per la deportazione di massa”
La Federazione Russa si sta preparando per la deportazione di massa dei cittadini ucraini nel suo territorio dall’inizio dell’anno. Lo ha affermato il commissario per i diritti umani del parlamento dell’Ucraina Lyudmila Denisova. “Ho alcune informazioni privilegiate che la Federazione Russa si sta preparando per la deportazione di massa dei nostri cittadini dall’inizio dell’anno – ha detto la Denisova – E ho alcune informazioni che in tutte le oblast, in quasi tutte le repubbliche hanno compilato elenchi di punti di trasferimento temporaneo con il numero di ucraini che saranno espulsi”. Quanto al numero dei profughi, la Denisova ha precisato che “utilizziamo i dati forniti dalla Russia, perché purtroppo in Ucraina
oggi non è possibile contare i nostri cittadini e non sappiamo quanti nostri cittadini vengono deportati con la forza”.

12:47
Morto un altro manager di Gazprom: Sarebbe caduto da una scogliera a Sochi
Andrei Krukowski, direttore del resort sciistico del gigante russo Gazprom, è morto “cadendo da una scogliera a Sochi”. Le circostanze dell’incidente sono al vaglio degli inquirenti scrivono i media internazionali ricordando come diversi manager legati a Gazprom o al Cremlino sono tragicamente morti negli ultimi tempi.

12:23
Tv russa: Il missile Poseidon potrebbe provocare uno tsunami radioattivo di 500 metri in grado di spazzare via il Regno Unito
Il conduttore della tv russa Rossija 1 Dmitry Kiselyov, in una trasmissione andata in onda l’altro ieri sera ha illustrato agli spettatori la potenzialità del missile sottomarino Poseidon in grado di “innescare uno tsunami radioattivo di 500 metri che potrebbe spazzare via il Regno Unito”. Il missile viaggia a una profondità di 1 km – ha spiegato Kiselyov – e ad una velocità di 200 km all’ora. Non c’è modo di fermarlo”.

12:09
Putin firma il decreto con le sanzioni ai paesi ostili
Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto su misure economiche di ritorsione in relazione alle azioni ostili di alcuni stati stranieri. Lo riporta Ria Novosti.

12:08
Patriarcato Mosca: “Benedizione di Kirill dietro l’evacuazione di civili da Azovstal”
Dietro le evacuazioni dei civili da Mariupol ci sarebbe “la benedizione di Sua Santità il Patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Russia”. Lo fa sapere il dipartimento del Patriarcato di
Mosca per le relazioni esterne.

12:06
Ministero della Difesa russo: Deportati 1 milione 100 mila ucraini dall’inizio del conflitto
Il ministro della Difesa russo ha dichiarato che dall’inizio del conflitto sono state deportate dall’Ucraina un milione 100mila persone, tra cui 200mila bambini

12:03
Il Consiglio di sicurezza e difesa nazionale: Mosca per entrare a Kiev sta usando delle mappe datate 1987
L’esercito russo era impreparato all’attacco per l’Ucraina tanto che ha tentato di entrare a Kiev usando mappe datate il 1987. Lo ha annunciato il segretario del Consiglio della sicurezza e difesa nazionale Oleksiy Danilov.

A cura di Stefano Severini – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui