Sono 1.913 i medici e gli odontoiatri attualmente sospesi dagli Albi dei medici e degli odontoiatri italiani per mancato rispetto dell’obbligo vaccinale” contro il Covid: “Lo 0,4% degli iscritti, che sono in tutto 467.611“. Lo comunica la Fnomceo, Federazione nazionale degli Ordini.
Che in una nota fa una precisazione. “Il dl 172, per il quale la Camera ha approvato ieri in via definitiva il disegno di legge di conversione – ricorda – pone in capo agli Ordini degli esercenti le professioni sanitarie, per il tramite delle rispettive Federazioni nazionali, la verifica automatizzata, attraverso la Piattaforma nazionale del Digital Green Certificate, del possesso delle certificazioni verdi comprovanti lo stato di avvenuta vaccinazione, comprensiva della dose booster.

L’ultima interrogazione, effettuata questa mattina dalla Fnomceo, indica che il 7,2% dei medici e odontoiatri italiani (33.534) non adempirebbe alla legge”. Ma “si tratta di un dato grezzo – puntualizza il presidente degli Ordini, Filippo Anelli – che non fotografa la reale situazione dei sanitari inottemperanti e che comprende, ad esempio, anche i colleghi che non possono vaccinarsi o che devono differire la dose per motivi di salute, quelli che sono risultati positivi al Covid e devono quindi posticipare l’appuntamento, quelli che sono in attesa del booster avendo già la prenotazione. E poi quelli che si sono vaccinati all’estero, e che non sono stati registrati sulla piattaforma italiana”.

A cura di Elena Giulianelli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui