TOP Header adv (728×90)

HARRY POTTER COMPIE 40 ANNI

Oggi è il compleanno di Harry Potter, il maghetto nato dalla penna di Joanne K. Rowling. Proprio la scrittrice ne ha indicato la precisa data di nascita: il 31 luglio (peraltro lo stesso giorno in cui è nata lei) del 1980. Significa che se fosse una persona reale Harry compirebbe oggi 40 anni ( e la sua creatrice 55) e milioni di fan da tutto il mondo lo stanno festeggiando sui social.

Quando nel 1997 uscì il primo libro della saga, Harry Potter e la Pietra Filosofale, J.K. Rowling certamente non poteva neanche lontanamente immaginare che aveva appena creato un fenomeno mondiale. I sette libri e gli otto film dedicati al maghetto hanno fatto appassionare più di una generazione. La saga parla di un bambino di nome Harry Potter, orfano di genitori, che scopre di essere un mago e di avere il diritto di frequentare la Scuola di magia e stregoneria di Hogwarts.

La frequenta per sette anni, uno per libro, lottando contro il cattivo e misterioso Lord Voldemort, creduto morto per lungo tempo, insieme agli amici conosciuti a scuola, Hermione Granger e Ron Weasley, fino allo scontro finale, I sette libri sono stati pubblicati tra il 1997 e il 2007, e ne sono stati ricavati otto film – l’ultimo è diviso in due parti. I protagonisti principali che il pubblico ha visto crescere, sono Daniel Radcliffe nei panni di Harry Potter, Emma Watson in quelli di Hermione Granger e Rupert Grint interpretato da Ron Weasley.

La saga è stata tradotta in 80 lingue, tra cui il latino e il greco antico e ha venduto oltre 500 milioni di copie. Il primo libro è il più venduto di tutti: con oltre 120 milioni di copie vendute. Gli altri hanno stracciato diversi record. Ad esempio, Harry Potter e i doni della morte è stato il libro che ha venduto più copie nelle prime 24 ore dall’uscita (15 milioni) e quello con il maggior numero di stampe in prima tiratura negli USA (12 milioni).

Durante il periodo di quarantena tutti i libri della saga si sono posizionati in testa alle classifiche italiane anche grazie alla riproposizione degli adattamenti cinematografici.

A cura di Elena Giulianelli – Foto Ansa

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *