“Uno show unico” per i sudditi di questa generazione.

E’ la promessa di Buckingam Palace e del governo britannico per le celebrazioni del “Giubileo di Platino”: ossia dei 70 anni sul trono della 94enne regina Elisabetta in calendario per il 6 febbraio 2022, nell’ambito di un programma preannunciato a grandi linee fin da oggi, come a voler allontanare voci ricorrenti di presunte ipotisi di abdicazione nel 2021 allo scoccare del 95esimo compleanno della sovrana, costretta da mesi a un isolamento quasi assoluto a causa delle precauzioni dovute dall’eta’ di fronte ai rischi dell’emergenza Covid.

Il 70esimo anniversario dell’inossidabile regina Elisabetta II e’ destinato a cadere il 6 febbraio 2022, ma le date per i festeggiamenti sono state già fissate dal 2 al 5 giugno successivi, come ha reso noto un portavoce di Palazzo, evocando ben 4 giornate festive dal lavoro ed eventi ai quali “ la regina spera possano avere l’opportunità di partecipare quante persone possibili”.

Sarà davvero un momento storico, una celebrazione degna di essere ricordata!
A dirlo alla Bbc è Oliver Dowden, ministro della cultura del governo Tory di Boris Johnson.
Era il 1953 quando Elisabetta venne incoronata regina d’Inghilterra.
Il mondo si fermò a guardare questo evento unico, colpito dalla fierezza e dalla purezza di questa giovane donna che, senza timori e in modo naturale, si presentava al cospetto degli inglesi e del mondo intero in quel ruolo da “regina” al quale non è mai venuta meno.

Sono più di 60 anni che domina la scena, superando indenne passaggi storici importantissimi, adattandosi alle esigenze della società moderna, e riuscendo soprattutto nell’impresa di modernizzare la Corona, senza intaccare la sua autorità, anzi, a tratti, incrementandone addirittura i consensi.
Austerità, umanità, popolarità e forza d’animo sono senza dubbio alcuni dei tratti vincenti che hanno fino ad oggi permesso che questo personaggio continui ad essere amato e sostenuto.
Una vita intensa la sua: dallo scandalo per l’abdicazione dello zio Edoardo VIII, al fasto della cerimonia per l’incoronazione, dai favolosi anni ’60 in cui i veri sovrani d’Inghilterra erano i Beatles, al matrimonio del figlio Carlo con Lady Diana Spencer.

Gli anni difficili per la casa reale che seguirono alla tragica morte di Lady D, fino ai tempi più recenti in cui, sulla scena, si affaccia una nuova generazione di Windsor: i principi William ed Harry.
Quella della Regina Elisabetta è la figura di una donna che ha saputo sempre raccontare ed interpretare, con intelligenza, perspicacia e anche ironia, i tempi e i cambiamenti sociali, civili, storici, di costume, non solo dell’Inghilterra ma del mondo intero.

Anche ora la sovrana diventa nuovamente il punto di riferimento dell’emergenza causata dal Covid.
Mi verrebbe da dire concludendo: E’ forse questo che la rende “l’ultima grande Regina”?

A cura di Sandra Vezzani editorialista – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui