E’ con il codice rosso l’uomo a cui hanno dato fuoco mentre in videochiamata parlava con la fidanzata. Cosparso di liquido infiammabile e poi dato alle fiamme mentre, seduto su una panchina, stava dialogando con la sua fidanzata. A Frattamaggiore, in provincia di Napoli, in viale Tiziano, Nicola Lupoli, di 36 anni, di professione “svuota cantine”, è stato avvolto in pochi istanti dalle fiamme: il fratello arrivato sul posto, lo ha portato immediatamente all’ospedale di Frattamaggiore. Le ustioni sul corpo sono molto gravi.

Lupoli è stato trasferito al centro grandi ustionati del Cardarelli e poi al Policlinico di Bari; per lui prognosi riservata e coma farmacologico. La polizia è al lavoro per ricostruire l’esatta dinamica dell’episodio di inaudita ferocia. La fidanzata avrebbe detto di aver visto un’ombra alle spalle del fidanzato che in pochi secondi ha versato del liquido infiammabile che poi con un accendino ha appiccato le fiamme.

A cura di Elena Mambelli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui