Dopo la tre giorni in Sardegna è stato superato anche il primo ed unico giorno di riposo per il Giro d’Italia Donne. Si riparte con la quarta tappa: partenza ed arrivo a Cesena per 120,9 chilometri mossi. Andiamo a scoprire la frazione nel dettaglio con percorso, altimetria, programma e favorite.

Si riparte dal centro cittadino, sotto la cattedrale con un pubblico folto e incuriosito, subito una frazione molto interessante in terra romagnola, che potrebbe sconvolgere la classifica generale. Da affrontare tre GPM: Bertinoro (4 chilometri al 4,9% di pendenza media), Colle del Berbotto (4,3 chilometri all’8,2% di pendenza media) e Monteleone (1,9 chilometri al 6,9%). Successivamente una breve discesa e lo strappo di Carpineta, non contrassegnato come GPM, ma con 2,8 chilometri al 7,1%: 10 chilometri al traguardo in vetta, tutti leggermente a scendere.

Le favorite – Elisa Balsamo ha annunciato due giorni fa che la sua Trek-Segafredo non si prenderà la responsabilità di tenere la corsa chiusa in una frazione così mossa. Dunque la Maglia Rosa mette in preventivo di perdere il simbolo del primato, anche se, con una condizione stellare, potrebbe addirittura tenere il passo e provare a mettere la firma in una volata ristretta. Occhio anche alla compagna di squadra Elisa Longo Borghini che sul finale potrebbe tentare un allungo.

I nomi da seguire in un finale così concitato sono quelli di Marianne Vos (Jumbo-Visma), che tenterebbe l’assalto al simbolo del primato, e, soprattutto, Lotte Kopecky (SD Worx).

Occhio anche ai movimenti in chiave classifica generale: potrebbe esserci il primo scontro diretto tra le due attesissime favorite, cioè Annemiek van Vleuten (Movistar) e Marta Cavalli (FDJ Nouvelle-Aquitaine Futuroscope).

A cura di Roberto D’Orazi – Foto La redazione giornalistica 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui