“Questa è l’ultima puntata di Non è l’Arena. Sono stati 4 anni straordinari vissuti qui a La7. Vi auguro una felice estate. Ad maiora”
Si chiude con un colpo di scena l’ultima puntata del popolare programma condotto da Massimo Giletti, le parole del giornalista hanno il sapore di un addio, come già accennato nel collegamento con il TgLa7 che precede la trasmissione dove aveva parlato di “ultima puntata di quattro anni molto importanti vissuti a La7” con un successivo ringraziamento a Enrico Mentana: “in questi quattro anni non mi ha fatto mai mancare il suo appoggio.”
Partito dunque il “Totogilletti“, in vista del congedo dalla rete di Urbano Cairo, con le prime indiscrezioni che lasciano intravedere un clamoroso ritorno in Rai, nello specifico Raidue.

Bilancio positivo per il popolare giornalista piemontese, approdato a La7 nel 2017, quando il suo programma RaiL’Arena” fu cancellato dai palinsesti. Programma di successo e e di ottimi ascolti per le inchieste scottanti seguite che lo hanno portato anche a un radicale cambio di stile di vita.

Nel corso di una recente intervista rilasciata al settimanale Oggi ha dichiarato: “Vivo da un anno sotto scorta per le minacce di morte della mafia, è un’esperienza che ti cambia dentro. E non in meglio. Non è paura. È una sensazione di malessere più sottile. Mi addolora la quasi totale mancanza di solidarietà che ho avvertito intorno a me. E mi indigna che abbia dovuto scoprire dai giornali di essere finito nel mirino dei clan per la mia battaglia contro le scarcerazioni dei boss”.
I dubbi sul futuro di Giletti saranno probabilmente resi noti il 22 giugno, giorno in cui la Rai renderà noti i palinsesti della prossima stagione televisiva.

articolo e foto a cura di Franco Buttaro

scrivi a: reporter.costaì[email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui