Il piano del presidente russo Vladimir Putin per l’avvio dei colloqui di pace con l’Ucrainanon sono serie“. Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz intervistato dall’emittente Zdf a margine del G7 a Borgo Egnazia.

Tutti sanno che le proposte non erano state presentate in modo serio, ma che avevano piuttosto a che fare con la conferenza di pace in Svizzera” e “puntano a distrarre” dai lavori a Lucerna al via oggi, ha sottolineato Scholz. Il presidente russo, ha evidenziato Scholz, vuole “dettare” il suo “sogno imperialista“. “Quello di cui abbiamo bisogno non è una pace dettata, ma una pace giusta, che si concentri sull’integrità” territoriale “e sulla sovranità”, ha osservato il cancelliere tedesco, senza escludere in futuro un colloquio con Putin. “Una conversazione del genere ha senso solo se c’è qualcosa di specifico di cui parlare“.

A cura di Stefano Severini – Foto Imagoeconomica

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui