G7 Giorgia Meloni

La premier Giorgia Meloni ha accolto i capi di Stato come da copione in una cornice stupenda. Poi al via i lavori. Domani è atteso Papa Bergoglio, che vedrà il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. L’inquilino della casa Bianca americano annuncia nuove sanzioni contro la Russia e la firma di un accordo per la sicurezza attraverso nuovi armi con Zelensky. Nella bozza finale non c’è la parola “aborto“, nel testo messo a punto dagli sherpa ma ancora non approvato dai leader mondiali.

“Per noi è un onore ospitarvi, lo è per l’Italia intera e spero che in questi due giorni nonostante si lavori tantissimo riuscirete un po’ ad assaporare l’ospitalità per la quale l’Italia è famosa nel mondo. Questo summit non è una fortezza chiusa, ma l’unione per la pace, la libertà e la democrazia”, ha detto Meloni nel suo intervento di apertura dei lavori.

E poi “L’Italia ha scelto di ospitare il summit dei leader in Puglia, non è stata una scelta casuale: lo abbiamo fatto perché la Puglia è una regione del Sud Italia, il messaggio che vogliamo dare è di un G7 che sotto presidenza italiana vuole rafforzare il suo dialogo con le nazioni del Sud Globale, perché questa terra è storicamente un ponte tra Occidente e Oriente, è una terra di dialogo al centro del Mediterraneo, quel mare di mezzo che collega i due grandi spazi marittimi del globo, l’Atlantico e l’Indopacifico“. “Quel mare è rappresentato anche nel simbolo che l’Italia ha scelto, insieme a un altro simbolo della nostra identità, l’ulivo secolare con le sue radici solide, le sue fronde proiettate nel futuro. Fra le fronde sette olive, il simbolo delle nostre nazioni che cooperano insieme sulle grandi sfide globali”.

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Imagoeconomica

Il Direttore Editoriale Carlo Costantini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui