A pochi giorni dal fine d’anno le autorità francesi hanno deciso di bloccare temporaneamente la vendita di ostriche. Ad essere colpiti, nello specifico, sono gli ostricoltori del Bassin d’Arcachon, nel sud est del Paese, dopo “diversi casi di intossicazione alimentare collettiva“. La prefettura della Gironda ha riscontrato casi con “sintomi tipici della gastroenterite acuta” sebbene, finora, “non siano state segnalate patologie gravi“.

Gli esperti hanno deciso di avviare una serie di indagini sulla tracciabilità, ma diverse segnalazioni hanno indicato che le ostriche della baia di Arcachon “potrebbero rappresentare un rischio per la salute” ed alcune analisi effettuate sui prodotti in questione avrebbero confermato la presenza del “norovirus” responsabile della gastroenterite. In tutto ciò, le autorità sanitarie hanno anche registrato un aumento delle visite negli ospedali proprio a causa di sintomi gastrointestinali legati alla stessa fonte alimentare nel periodo natalizio, secondo quanto riportato da alcuni media locali.

A cura di Claudio Piselli – Foto Imagoeconomica

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui