Un uomo di professione muratore di 47 anni ha ucciso la moglie insegnante di 40 anni a coltellate e poi ha tentato di suicidarsi con lo stesso coltello colpendosi al petto.

Il delitto è avvenuto nella notte a Troia, in provincia di Foggia con i figli che durante il litigio sono scappati a chiedere aiuto ad una vicina che avrebbe avvisato tempestivamente le forze dell’ordine, ma che al loro arrivo nulla hanno potuto fare.

Al momento l’uxoricida è ricoverato in gravissime condizioni agli Ospedali Riuniti di Foggia in attesa di essere sottoposto a un delicato intervento chirurgico.

Il delitto sarebbe avvenuto al culmine dell’ennesima lite fra coniugi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui