Da quando la Ferrari non tagliava per prima il traguardo e da quando  addirittura non finiva in doppietta?

Sarà pure il primo appuntamento della “nuova” Formula 1, ma le rosse hanno dato un’impressione di forza che neppure a Maranello si aspettavano.
Il Bahrein ha regalato un Gran Premio favoloso, con sorpassi a ripetizione ed uno spettacolo che senza il duello Hamilton-Verstappen ci eravamo dimenticati; i nuovi regolamenti hanno cambiato profondamente le auto dando, speriamo nuove prospettive.
Impossibile trarre conclusioni dopo una sola gara, ma le Mercedes hanno sempre dovuto inseguire, mentre le Red Bulls hanno faticato contro la nuova Ferrari e neppure la safety car è servita a Max per superare un Leclerc stratosferico.
Poi, Verstappen si è ritirato prima della fine e Perez è andato in testacoda quando ormai era questione di curve alla fine, per uno zero in classifica che pesa non poco sull’orgoglio della casa questa volta “senza le ali!”
Hamilton ha così portato a casa un terzo posto insperato, con una macchina che per ora non è all’altezza della storia delle Frecce d’argento.
Leclerc e Sainz, grandi in parata, a scrivere una nuova pagina della storia Ferrari, che speriamo sia la prima di una nuova, lunga, serie.
Il Direttore responsabile Maurizio Vigliani – Foto Getty Image

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui