Gli agenti dell‘Fbi si sono presentati, a sorpresa, nel resort di Donald Trump a Palm Beach, Florida: nel luogo dove il tycoon vive da quando ha lasciato la Casa Bianca nel gennaio 2021, si è consumato il raid più clamoroso della storia americana: la perquisizione nella casa di un presidente.

In un lungo comunicato, Trump fa un atto d’accusa a Washington, parlando di “corruzione della burocrazia”, e “persecuzione politica“, l’irruzione – scrive il tycoon – è “un attacco alla candidatura alle presidenziali del 2024 (non ancora annunciata)”, ed ha indicato nei “democratici radicali di sinistra” i mandanti di quello che definisce un atto da “Paese del terzo mondo”.

A cura di Stefano Severini – Foto Imagoeconomica 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui