Vittoria numero 41 in carriera per il pilota Hamilton che trionfa a Montecarlo approfittando anche di un errore ai box del team Red Bull con Ricciardo.
Chiudono il podio Ricciardo e Perez, autore di un’ottima prestazione.
Giù dal podio per la prima volta in stagione la Ferrari, con Vettel che termina quarto e Raikkonen che combina un disastro.
Pioggia battente sul circuito del Principato di Monaco, tanto da rendere necessaria la partenza con la safety car per il Gp di Montecarlo. Solo Verstappen con la Red Bull e Felipe Massa con la Williams sono scattati dalla pit lane.

Al via in testa Daniel Ricciardo, con la Red Bull, seguito da Nico Rosberg e Lewis Hamilton, con le Mercedes, e poi Sebastain Vettel sulla Ferrari. Quinto Hulkenberg (Force India), sesto Sainz con la Toro Rosso. Undicesimo l’altro ferrarista, Kimi Raikkonen.
Solleverà polemiche la decisione del giudice di gara di partire con la safety car nel Gp di Montecarlo, ma ancora di più la scelta di compiere sette giri senza avere il via libera. Molti piloti via interfono si sono lamentati con il proprio team per l’impossibilità di dare battaglia. Finalmente dopo sette giri esce la safety car. II primo incidente coinvolge Palmer che sbatte contro il muretto con la Renault e si ritira.

Raikkonen sbaglia a curvare nel 12° giro urta il guard rail, vettura molto danneggiata, rientro ai box e ritiro della Ferrari. Ricciardo sfrutta la leadership e va molto veloce inseguito da Rosberg e Hamilton. Vettel è quarto con la Ferrari superstite. Il tedesco opta per le gomme intermedie e guadagna terreno. Rosberg dopo 16 giri sembra in difficoltà e il compagno di Mercedes Hamilton lo passa. Vettel resta imbottigliato alle spalle di Massa,Perez e Sainz. Ricciardo mantiene saldo il primato. Probabile un ordine di scuderia della Mercedes che avrebbe indicato a Rosberg di far passare Hamilton.

Il team è memore del disastro di Barcellona quando le due Mercedes uscirono per un incidente fratricida. Hamilton mantiene a lungo le gomme da bagnato e gira fortissimo mentre al 31° giro quasi tutti rientrano per montare le soft. Grave errore ai box Red Bull e Ricciardo perde la testa della classifica a vantaggio di Hamilton. Al giro 35 sbaglia anche Verstappen che è costretto al ritiro. Ricciardo, inferocito dopo la sosta, attacca con decisione Hamilton, ma si sa, a Montecarlo passare è complicato. Vettel si ritrova in quarta posizione dietro a Perez, mentre continua il duello di testa tra Hamilton e Ricciardo. L’inglese viene messo sotto investigazione per aver stretto il rivale della Red Bull, ma non vengono presi provvedimenti. A tre quarti di gara, Perez con la Force India va fortissimo. Ricciardo tallona Hamilton che riesce a chiudere ogni spazio. Grosso rischio per Vettel che rischia di urtare il muretto, riprende la vettura, ma perde secondi da Perez. Rosberg, rimasto in ombra per tutta la gara cerca di rubare il quinto posto alla McLaren di Alonso. Hamilton mantiene 5” su Ricciardo, Alonso si difende da Rosberg e le posizioni non cambiano più.

Hamilton ritrova la vittoria, Ricciardo recrimina ma è autore di un’ottima prestazione. Bene anche Perez. Poco da festeggiare per Vettel che non è mai andato oltre la quarta posizione. Disastro Raikkonen e Ferrari che lascia Montecarlo con soli 12 punti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui