Iniziato in Cina il weekend del Gran Premio numero 1000 di Formula1: dal 1950, l’unica scuderia ad aver partecipato a tutte le edizioni è quella di Maranello, che e a questo questo terzo appuntamento stagionale punta a ottenere il primo successo targato 2019. Sul tracciato di Shangai nelle prime prove libere (FP1) il più veloce è stato Sebastian Vettel su Ferrari con il tempo di 1’33″911, mentre nelle FP2 la leadership se l’è presa Valtteri Bottas su Mercedes con 1’33″300. Bene il tedesco in entrambe le sessioni, apparso in forma e voglioso subito di riscattare l’errore in gara commesso lo scorso GP in Bahrein, ma il passo tra Ferrari e Mercedes è sembrato pressoché identico e sullo stesso livello. Il tracciato cinese da cui scatteranno le monoposto domenica alle 8:10 (ora italiana), fu costruito nel 2003 e progettato per ricordare la forma dell’ideogramma “shang”, alla base dell’etimologia del nome Shanghai. Consente alle monoposto di mantenere una velocità media di circa 200 km/h e raggiungere punte massime di oltre 320 km/h. Il record sul giro appartiene a Michael Schumacher, che il 26 settembre 2004 fece fermare il cronometro a 1’32″238.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui