TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

F1 BOTTAS TRIONFA A SOCHI

Penalità fatale per Lewis Hamilton che ‘lascia’ al compagno di team Bottas il successo in Russia ma conserva con largo margine la leadership del Mondiale. Il britannico, terzo dietro Verstappen, rimanda anche l’appuntamento col 91° successo che eguaglierebbe il record di Schumacher. Quarto posto per la Racing Point di Perez, gara regolare, buona prova di Leclerc che risale fino al sesto posto con la Ferrari. Solo 13° Vettel Non buona la partenza di Verstappen che cede il secondo posto a Bottas.

Due diversi incidenti nelle prime curve chiamano immediatamente in causa la ‘safety car’. Vanno fuori Sainz e Stroll (il canadese tocca l’anteriore destra di Leclerc che non riporta danni). Regolare la ripartenza lanciata con le Mercedes davanti e Verstappen che prova a tenere botta.

Hamilton riceve la notizia dei 10″ di penalizzazione a causa delle prove di start fuori dall’area designata: il britannico non gradisce, i team radio (bippati…) lo dimostrano chiaramente.
Hamilton, allora, ‘spreme’ le sue soft per inanellare un giro veloce dietro l’altro prima di fermarsi al 17° giro per montare le dure e andare fino in fondo e contemporaneamente sconta la penalità. Bottas ne approfitta spingendo al massimo con le sue ‘medie’ per divaricare la forbice in attesa del suo pit stop.

Nel gioco delle soste (stop per Renaul, Alpha Tauri e Racing Point) Leclerc si ritrova terzo alle spalle di Verstappen. La Ferrari va quindi al comando quando l’olandese si ferma al 25° passaggio e il finlandese al 26°. Il monegasco tiene il primato per tre giri, quando si ferma a sua volta e riparte da un comunque lusinghiero (di questi tempi) sesto posto. Bottas ha in mano la gara già a 20 tornate dal termine. Verstappen è a 12″ e si allontana, Hamilton è ben oltre i 20″ e non riesce ad avvicinarsi più di tanto. Bella prova di Perez che conserva il 4° posto maturato in griglia. Stessa cosa per la Renault di Ricciardo, 5° davanti a Leclerc.

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Getty Images

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *